CICCIO E BEBE', RIDERE DA NOBILI

Ciccio e Bebè, ridere da nobili. E' il titolo del docufilm dedicato alla figura dei Fratelli De Rege, Giorgio detto Ciccio e Guido detto Bebè, duo comico che furoreggiò sui palcoscenici italiani tra gli anni '20 e i '40. Il docufilm è nato dall'idea del giornalista Franco Canevesio e dal suo incontro con Giovanna De Rege. La regia del film è di Ciro Abd El, la sceneggiatura è di Ciro Abd El, Franco Canevesio e Steven Gold; la produzione è dell'Associazione Castello di Rocca Grimalda mentre la produzione esecutiva è di Abc Video.

La prima poiezione è fissata per il pomeriggio di domenica 6 maggio al Castello di Rocca Grimalda, proprietà della famiglia De Rege. L'evento viene patrocinato dal Comune di Rocca Grimalda mentre la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria ha aderito al progetto che, oltre alla realizzazione del docufilm prevede anche un concorso video (Ti faccio ridere io!), aperto a tutti quanti vogliano inviare un video (il bando è scaricabile alla pagina Facebook Fratelli De Rege) in cui riproporre uno sketch dei Fratelli De Rege. E' inoltre disponibile la pagina Facebook Fratelli De Rege, gestita e organizzata da Valeria Guaragno, in cui condividere contenuti e materiali video e foto, Dal film è tratto anche uno spettacolo teatrale (Vieni avanti, cretino!) scritto, diretto e interpretato da Franco Canevesio.

Il docufilm, per la realizzazione del quale sono occorsi oltre cinque anni, spesi soprattutto nella ricerca e raccolta delle memorie sparse tra la famiglia, gli spettatori e gli addetti ai lavori, dura poco più di un'ora. Il materiale raccolto, alla fine, si compone di oltre sei ore di interviste. Tra i protagonisti del mondo dello spettacolo e della cultura che hanno parlato dei due comici ricordiamo Vito Molinari (primo regista Rai ad avere fatto spettacoli di varietà), i comici Lillo e Greg, Marco Giusti, Simone Annichiarico, il figlio di Walter Chiari (che, in coppia con Carlo Campanini, imitò i De Rege eternandone la memoria nella tv degli anni '70), Massimo Dapporto, Marco Salotti, Piero Pruzzo e Nicola Fano, giornalista e autore dell'unico libro biografico sui due comici, intitolato “De Rege varietà. Biografia probabile di un duo comico”. Oltre a loro, una messe di voci di semplici spettatori che hanno aiutato a dipanare il filo dei ricordi.

Nato come documentario sul recupero della memoria di due figure attoriali, due comici di razza, tanto celebri all'epoca quanto dimenticate dal tempo, Ciccio e Bebè, ridere da nobili è diventato in corso di lavorazione un vero e proprio film. A dipanare la trama dei ricordi ma soprattutto quella delle memorie perse e ricercate, Elio Franchi, interprete e voce narrante, alter ego di Franco Canevesio e da lui stesso interpretato. Giornalista sgarrupato, attore comico (quasi) mancato, Franchi-Canevesio viene ingaggiato dalla famiglia De Rege per un incarico che appare subito una mission quasi impossibile: ritrovare qualche traccia, qualche ricordo, dei fratelli De Rege, comici di avanspettacolo di successo, inventori del famoso “Vieni avanti, cretino!” con cui aprivano ogni loro sketch. Un marchio di fabbrica tanto celebre ancora oggi da avere ispirato spettacoli teatrali e un film omonimo (nel 1982, regia di Luciano Salce, con Lino Banfi come interprete principale). Un marchio di fabbrica rimasto ormai tale, senza più nessuno a ridirne i fasti.

Nati a Casagiove, in provincia di Caserta, figli di un alto ufficiale dell'esercito di stanza nel quartiere borbonico della cittadina, i due attori Giorgio e Guido, ovvero Ciccio e Bebè, discendono da un'antica famiglia appartenente alla nobiltà piemontese, i De Rege di Donato di San Raffaele. Con un pedigree come questo, con quarti di nobiltà legati ai Savoia, la loro scelta artistica è stata subito giudicata troppo audace: per questo sono stati “banditi” dalla nobile famiglia, arrivata perfino a disconoscere qualsiasi parentela con loro. Solo di recente, da pochi anni, la famiglia riparla con orgoglio di questi due parenti artisti, finalmente considerati attori e comici di razza.

ATTENZIONE: EVENTO SU PRENOTAZIONE TEL 347 4930192 fratelliderege@gmail.com

Logo Castelli Aperti

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra politica sui cookie.