"Fatti ad arte" - i Palazzi Storici ospitano i grandi Maestri Artigiani

L’Alto Artigianato Artistico è in Italia espressione di quel patrimonio di bellezza che partito dalle botteghe rinascimentali, racchiude ancora oggi arte, storia, cultura e tradizione.

“Fatti ad Arte” presenta, nel suggestivo scenario di Biella Piazzo, all’interno degli storici di Palazzi Ferrero, La Marmora, l’Arte Artigiana dei grandi Maestri. Lo stretto rapporto tra i maestri d’arte e le dimore storiche è sempre stato presente. Lo è ancor oggi nei palazzi del borgo storico di Biella sotto forma di affreschi, decorazioni e arredi commissionati agli artigiani nelle diverse epoche.

“Fatti ad Arte” porta in mostra le loro esclusive produzioni, chiare risultanze di un “saper fare” unico in grado di dialogare con la materia, gesti antichi e contemporanei, dove la tradizione e l’innovazione sono in perfetta sintonia.

Saranno esposti pezzi unici della ceramica, del vetro, del tessile, del ferro, del legno, della carta. Saranno in mostra le arti del vitrage, dell’oreficeria, del restauro, della decorazione, della legatoria, della tornitura, della tessitura; arti queste, ammirabili nel lavoro manuale degli antichi gesti dei maestri, che vedremo all’opera durante i diversi momenti dimostrativi.

A “Fatti ad Arte” il pubblico potrà dialogare con gli artigiani e anche acquistare oggetti davvero particolari; una trentina sono gli artigiani in mostra tra cui alcune eccellenze enogastronomiche.

Diversi gli artigiani biellesi che prenderanno parte: Alessio Guarnieri per la liuteria, Enrico Salino per il restauro ligneo, Francesca Premoli con Rilegato a Mano e la Legatoria De Pasquale per la legatoria e il restauro cartaceo, Alessandro Blotto con Biorn Shoes per le calzature realizzate a mano e su misura, Giusto e Marco Salamone con MichelAngelo con l’abbigliamento tessile, Francesca Antoniotti con La Vasaia e la poterie.

Per la sezione gastronomica sempre dal biellese ci saranno: Colle il Cioccolato Artigianale, il Micro Birrificio Jeb, la Pasticceria Massera e De Mori per la panificazione e la pasticceria, il caseificio Mazzucchetti e i prodotti agricoli dell’Azienda Oro di Berta; in fine, avremo anche l’Associazione dei Vignaioli Colline Biellesi che rappresenta la produzione di vino di dieci territori della nostra provincia, da Sostegno a Cavaglià passando da Vigliano e Mottalciata, tredici tra produttori ed etichette di Nebbioli sapidi ed eleganti, ed Erbaluce delle incantevoli vigne sul lago di Viverone.

Accanto a maestri locali ci sarà il meglio dell’artigianato italiano: dalla Sicilia i gioielli prodotti usando la lava dell’Etna; dalla Valle d’Aosta l’abbigliamento tipico di montagna; dalla Liguria avremo Sanremo con i mosaici e Genova con gioielli in filigrana in argento; da Livorno gli affreschi; da Trento gli oggetti in legno torniti; da Milano tappeti tessuti a mano; da Venezia i tabarri.
E ancora dal Piemonte dove da Torino avremo gli antichi lampadari restaurati, i giardini d’inverno con gli arredi a complemento, le vetrate artistiche contemporanee; da Vercelli la falegnameria, il restauro e gli affreschi; da Astri i distillati.

Una particolare nota va fatta alla presenza della Fondazione Monzino di Milano la cui finalità si esprime nella promozione e supporto dei valori sociali, culturali e formativi della musica, componente fondamentale per la crescita e l’educazione della persona.
La Fondazione Antonio Carlo Monzino presenterà all'interno della mostra, il progetto culturale, pedagogico e didattico "Le Mani Sapienti". Saranno presenti Maestri Liutai che illustreranno al pubblico le fasi costruttive delle lavorazioni a banco per la realizzazione di strumenti ad arco e a pizzico.
A questo faranno seguito momenti musicali, con giovani musicisti che avvicineranno i partecipanti, in particolar modo i bambini, alla cultura musicale.

Mentre Palazzo La Marmora ospiterà i mesti artigiani della sezione artistica, Palazzo Ferrero sarà dedicato alla sezione del gusto e della formazione – informazione. Il momento inaugurale sarà celebrato nell’incantevole scenario di Palazzo Gromo Losa il giorno 27 ottobre alle ore 17:00.

“Fatti ad Arte” è vicina alle realtà del territorio che dell’artigianato ne fanno occasione per sostenere attività di ricerca, cura e socio assistenziali.
E’ per questo che la mostra mercato ospiterà due realtà biellesi: LILT Biella che proporrà la linea di bomboniere e gadget “I pensieri vivi”, realizzata per sostenere l’Ambulatorio di Prevenzione dell’Obesità Infantile di Spazio LILT; “La Bottega dei Mestieri”, di Domus Laetitiae e Coop. Soc. Tantintenti, laboratorio dove le persone con disabilità e fragilità, seguite da operatori e artigiani locali, crea pezzi unici come manufatti in iuta e tessuto, cesti di varie forme, abbigliamento dipinto a mano e ancora prodotti alimentari come le marmellate stagionali, caffè, tè e tisane.

“Fatti ad Arte” ha coinvolto anche due istituti di scuola superiore del territorio, l’ITC E. Bona e il Liceo Statale Artistico di Biella e Romagnano.
Un gruppo di studenti delle quinte classi sezione turistica dell’ITC E. Bona, sarà impegnato per l’accoglienza dei visitatori alla kermesse; inoltre dopo una breve formazione, scatterà fotografie agli espositori. Per ogni studente saranno scelti i cinque scatti più belli e rappresentativi e postati sulla pagina facebook di “Fatti ad Arte”, accompagnate da un testo di copy scritto “ad arte” per attrarre la lettura e interesse di nuovi follower. Gli studenti prenderanno parte anche al workshop del sabato pomeriggio che si terrà presso Palazzo Ferrero dal titolo “Il Dettaglio Fotografico nei Mestieri d'Arte; I Social: la potenza della Divulgazione di Massa; Il Copy: le Parole scritte ad arte”. Le ore saranno certificate in alternanza scuola lavoro.
Un seminario specifico sarà diretto agli studenti del Liceo Artistico dal titolo “Maestri d’Arte del domani, la valorizzazione del talento”. Questo presenterà ai ragazzi la valenza di un percorso professionale nel settore dell’Artigianato d’Arte e saranno gli stessi Maestri artigiani presenti in mostra a raccontare il mestiere. A seguito sarà data la possibilità ai ragazzi di affiancare gli artigiani durante le giornate dell’esposizione. Le ore saranno certificate in alternanza scuola lavoro.

Fatti ad Arte ospiterà la mostra fotografica “Mani Mente e Cuore” di Mario Zenoglio, le cui immagini riprendono gli artigiani biellesi, alcuni dei quali presenti all’evento.

Infine a sottolineare il rapporto da sempre esistito tra arte e artigianato, sarà presente un’opera dell’artista Daniele Basso, che nel suo percorso artistico, spesso si avvale della collaborazione di Maestri Artigiani per la realizzazione delle sue opere.

E’ importante ricordare che Fatti ad Arte è possibile grazie al sostegno della Camera di Commercio di Biella e Vercelli, che da subito ha creduto nel progetto.

Inoltre le collaborazioni per questa prima edizioni sono numerosissime e di grande importanza locale e nazionale e le citiamo:
la Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, Citta Studi Spa, il Centro studi ricerca Mestieri d’Arte Contemporanei (MAC), l’Associazione Osservatorio Mestieri d’Arte Firenze (OMA), dell’Associazione delle casse di risparmio (Acri), l’Associazione Dimore Storiche Italiane (ADSI), la Fondazione Carlo Antonio Monzino, la Fondazione Cologni Mestieri d’Arte, Italia su misura.
La manifestazione è patrocinata dalla Città di Biella, dalla Provincia di Biella e dall’Agenzia Turistica Locale.

Ringraziamo il Media Partner per “Fatti ad Arte”: NewsBIELLA.

Info:
L’ingresso a “Fatti ad Arte” è gratuito.
I Palazzi Ferrero e La Marmora seguono i seguenti orari:
• Venerdì 27 ottobre dalle 15,00 alle 22,00,
• Sabato 28 ottobre dalle 10,00 alle 22,00,
• Domenica 29 ottobre dalle 10,00 alle 20,00
Palazzo Gromo Losa è aperto esclusivamente per l’inaugurazione prevista il Venerdì 27 ottobre dalle ore 17.00 alle ore 19.00.
Info: pagina Facebook «Fatti Ad Arte».

Logo Castelli Aperti

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra politica sui cookie.