Accoglienza di Castelli Aperti

Castello dei Solaro - Ristorante

Il Castello
Sul finire del 1200 i luoghi di Villanova e Moretta vennero acquistati e fortificati da Filippo di Savoia principe d'Acaia. Per esigenze militari, al fine di proteggere il confine con il marchesato di Saluzzo, venne realizzato un Castello militare ad impianto quadrilatero con 4 torri sporgenti a pianta poligonale, interamente circondato da un ampio fossato. Nel 1332 Villanova di Moretta passò ai Marchesi del Carretto che lo cedettero nel 1335 ai Falletti. Infeudato ai Solaro, antica famiglia patrizia, Villanova ne assunse il nome che salvo parentesi napoleoniche, si è conservato fino a oggi.
Nel 1800 la Contessa Eufrasia, ultima del ramo dei Solaro, trasformò il castello in edificio residenziale abbellendolo con uno splendido parco.
Nel 1830 ospitò Silvio Pellico reduce dello Spielberg, il quale vi lesse nel 1831 i primi capitoli de "Le mie prigioni".
Nel 1997, sotto la direzione della famiglia Ronco, che tuttora gestisce la struttura, rinasce a nuova vita e diventa il "Ristorante Castello dei Solaro".

La location
Il Castello dei Solaro è la location ideale per organizzare banchetti, cerimonie di matrimonio e celebrare il rito di nozze ed unione civile con valore legale nel parco all'americana o all’interno nelle sale antiche.
La location offre antichi saloni indipendenti e separati, da condividere solo con i vostri invitati, un ristorante con cucina tipica e raffinata, l'accoglienza sul ponte levatoio con il tappeto rosso e la possibilità di personalizzare il proprio matrimonio con la wedding planner interna compresa nel servizio.
Ricchi aperitivi a buffet, l'arrivo con una romantica carrozza con cavalli bianchi, con una lussuosa auto o semplicemente in...Vespa, gli addobbi floreali o con palloncini, il segnaposto, le bomboniere, il tableau de mariage, la wedding cake, il servizio fotografico e video nel parco o nel castello, l'intrattenimento musicale e l'animazione anche per i più piccoli, i fuochi d'artificio e tanto altro ancora per rendere il vostro sogno una realtà...

Le sale
Salone Contessa Eufrasia
Ubicato all'interno della corte del Castello è caratterizzato da un'ampia e luminosa vetrata che dà direttamente sul parco, vi si accede da una porta neo-classica attribuita al fine gusto della Contessa Eufrasia.
Nel salone sono visibili tracce degli archi ribassati di una grande galleria e di un portico, tra le finestre sono ancora infissi molti "ferri mensola" a becco di cicogna che servivano a sostenere delle travi in legno, secondo l'uso medievale e d'epoca successiva. E' la sala perfetta per avvenimenti con tanti invitati, nessuno viene escluso da questo immenso salone. Capacità massima coperti: 450.

Sala Filippo d’Acaja
Grande sala rinascimentale caratterizzata da un raffinatissimo soffitto a cassettoni finemente affrescato con intense tonalità di azzurro, era la "sala ricevimenti" dei Conti Solaro. Durante il periodo Barocco l'elegante sala si animò della vita signorile di campagna e i nobili Solaro, tra i loro ospiti illustri, primeggiarono in gaie conversazioni. In questa nobile sala, se desiderate seguire le tradizioni di un tempo, potrete accogliere e condividere con gli invitati i momenti più importanti della vostra vita. Capacità massima coperti: 200.

Sala Silvio Pellico
La sala, che deve il nome al suo illustre ospite, è caratterizzata da maestosi soffitti a cassettoni in noce nazionale. Fu appunto in questa sala, che Silvio Pellico reduce dallo Spielberg, trovò dimora e ispirazione per i primi capitoli de "Le mie prigioni". In alcuni cassettoni del soffitto è dipinto l'emblema dei Solaro, una freccia spuntata attorno alla quale si avvolge un nastro con scritto in gotico: "Tiel fiert qui ne tue pas", il significato del motto non è ben chiaro, si suppone che narri di un enigma a tema amoroso. Capacità massima coperti: 150.

Sala Rosa
La più antica e romantica del Castello, caratterizzata dal colore rosa a calce con soffitto a cassettoni originale del 1300, è la sala ideale per pranzi e cene per pochi intimi o a lume di candela. Per coloro che desiderano immergersi come per magia nell'atmosfera tipica medievale. Capacità massima coperti: 50.

Sala Secolo XIII
Ubicata dove un tempo vi erano le nobili scuderie del Castello, un contrasto affascinante tra "l'antico" dei soffitti con struttura ad arco, e "il moderno" rappresentato dalla tecnologia delle luci a led colorate che illuminano l'intera sala. Capacità massima coperti: 200.

Servizi

Pacchetti personalizzati; matrimoni e ricevimenti, Feste private e eventi aziendali; nozze e unioni civili; area giochi attrezzata

Indietro

Logo Castelli Aperti

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra politica sui cookie.