Castelli

Castello di Rocca Grimalda

Il castello, costruito alla sommità di uno sperone roccioso, si trova in un luogo strategicamente importante, sia perché facilmente difendibile, sia perché posto a controllo delle strade tra l'Oltregiogo ovadese e la pianura alessandrina, in un'area di forti contrasti tra il Monferrato e la Liguria.

La costruzione del castello si è sviluppata nei secoli intorno alla possente torre circolare databile tra il XII e XIII secolo. Costituito inizialmente da una struttura poligonale destinata alle truppe di sorveglianza, il castello, compreso inizialmente nel feudo dei Malaspina, viene trasformato in residenza nobiliare dalla famiglia alessandrina dei Trotti intorno alla metà del '400. Successivamente, i Grimaldi, illustri patrizi genovesi, lo acquistano nel 1570 e vi risiedono per più di 200 anni, completandone la costruzione alla fine del 1700 con la maestosa facciata occidentale.

La Torre è costituita da 5 ambienti sovrapposti, vi si accede attraverso una scala elicoidale all'interno del muro perimetrale. Piccole feritoie illuminano le stanze, mentre la merlatura è stata distrutta da un fulmine a fine '800. Utilizzata per secoli come prigione, conserva, attraverso la fuliggine sulle pareti e i graffiti incisi sui muri, memoria di chi vi è stato rinchiuso.

La Cappella, di ampie dimensioni e tuttora in uso, è stata commissionata da Giovanni Battista Grimaldi III alla fine del'700 alla base dell'ala occidentale del castello. L'interno è riccamente decorato a trompe l'oeil, con l'aggiunta di stucchi policromi.

Il giardino risale alla metà del '700 quando Battista Grimaldi decide di ampliare lo spazio antistante al castello per creare, uno splendido belvedere sulla valle dell'Orba. Il giardino, recentemente restaurato, è diviso in 3 parti secondo lo schema barocco: il giardino all'italiana, il boschetto o giardino romantico, e il giardino segreto con erbe aromatiche e officinali, di ispirazione monastico medievale.

Caratteristiche della visita

La visita è guidata dai proprietari e comprende: giardino, saloni, cortile, cappella.

Curiosità

MONUMENTI CITTADINI

Museo della Maschera, Chiesa di Santa Limbania

NEI DINTORNI

Ovada, Acqui Terme, i castelli dell'Alto Monferrato, cantine vinicole, Genova e la Riviera a 50 km

PRODOTTI TIPICI

Vini (Dolcetto d'Ovada, Gavi Dogc, Cortese del Monferrato)

EVENTI

Carnevale di Rocca Grimalda "La Lachera", il Cammino di Santa Limbania e le vie della Fede e del Gusto (metà giugno), la Sagra della Peirbuieira (fine agosto ). Eventi dedicati al giardino, all'arte, alla musica e al teatro sono organizzati dal castello e sono aperti al pubblico

Servizi

Ingresso disabili. Il Castello offre ospitalità in appartamenti di charme - affitto settimanale e B&B. Il giardino, i saloni e la cappella accolgono i visitatori per eventi e cerimonie. Cantina del Castello di Rocca Grimalda. E' consentito l'accesso agli animali.

Indietro

1 maggio; 3 e 4 giugno;
9 luglio; 15 agosto;
3 settembre; 1 ottobreDomenica 2 luglio h17 (Da jean Baptiste Bésard ad Alexandre Tansman: la chitarra classica di Ivano Ponte al castello di Rocca Grimalda)

Domenica 9 settembre h17 (Vendemmia Jazz - concerto)

dalle 15.00 alle 18.00

visita guidata dalle proprietarie,
disponibilità di visite in lingua
(inglese e francese)

Intero 8 €
Ridotto 4 € (7-16 anni)
Tariffa scuole 4 €
Gruppi (minimo 25 persone) 6 €
Gratuito fino a 6 anni

Aperto tutto l'anno
su appuntamento € 10
(minimo 2 persone)

Logo Castelli Aperti

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra politica sui cookie.