Dimore e Giardini di Liguria

Castello Doria a Dolceacqua

Il primo documento che cita Dolceacqua risale al 1151; infatti fu proprio nel XII secolo che i conti di Ventimiglia fecero costruire il primo nucleo del castello. Il castello subì diverse trasformazioni. Il primitivo impianto feudale, difeso alla fine del Duecento dalla torre circolare, venne ingrandito ed incluso nel XIV secolo in una cinta muraria più ampia. Alla fine dell'età rinascimentale il castrum diventò una grandiosa residenza signorile fortificata, con imponenti apparati difensivi. Dopo aver resistito a numerosi assedi , non poté tuttavia opporsi alle artiglierie pesanti franco-ispane, che lo distrussero parzialmente il 27 luglio 1744 durante un episodio della guerra di successione austriaca. Non più abitato dalla famiglia dei marchesi Doria, che si trasferì nel cinquecentesco palazzo adiacente la chiesa parrocchiale, subì gli ultimi oltraggi dal terremoto del 1887.

Caratteristiche della visita

Il Castello dei Doria oggi consente al visitatore di immergersi all'interno di una struttura dal sapore antico, che trasuda storia, abbinata alle più moderne tecnologie.
Ad accogliere il visitatore un giardino ed una vista mozzafiato sul Borgo e sul "Ponte vecchio" definito da Claude Monet "un gioiello di leggerezza".
Varcato l'ingresso, due Sale video consentono al visitatore di ricevere informazioni sulla Storia del Castello ed una serie di video che parlano di Dolceacqua, dei suoi monumenti, del suo territorio, dei suoi prodotti tipici e delle sue antiche storie e tradizioni.
Sempre allo stesso livello, una Sala è dedicata al Territorio attraverso una raccolta di "memorie" della civiltà Contadina.
Al piano superiore, nel Coritile d'onore, la Sala a Sud ospita periodicamente Mostre mentre in quelle a Nord si trovano le Sale Doria-Grimaldi.
Queste Sale, raccontano in formato multimediale la Storia di due grandi Famiglie, i Doria ed i Grimaldi; in particolare il periodo del fine 1.400 quando a Dolceacqua si unirono con una storia di amore e di omicidi.
Un percorso panoramico, arrichito da Binocoli, consentirà al visitatore di ammirare l'intera valle, dal Mare, alle Vigne di Rossese di Dolceacqua, alle piantagioni di Olivi e le Montagne Azzurre in inverno innevate.
Il Castello è sede di eventi culturali e musicali oltre che Mostre ed Esposizioni, durante tutto il periodo dell'anno.

Curiosità

A metà gennaio 2010, in Bordighera, all’età di 87 anni, si è spento Mario Raimondo, artista noto in tutto il mondo, col nome di “Barbadirame”, che era stato discepolo di Picasso, fin dal 1959. Nato a Dolceacqua, nel 1923, aveva iniziato la sua vita professionale come decoratore, eseguendo numerosi affreschi in residenze private, castelli e chiese di tutta la Riviera dei Fiori e la Costa Azzurra, completando la sua formazione artistica nello studio di Achille Beltrame, in San Remo. Nel 1959 iniziò la frequentazione del grande Maestro Pablo Picasso, che nel 1963 ebbe a dire di lui:

“Parlare di giovani pittori non è mia abitudine. Il pittore italiano ‘Raimondo’ che nel suo villaggio si chiama ‘Bardadirame’, lo vedo come un pittore vero, serio, come i lavoratori della sua terra. Esso implementa le sue opere con sicurezza e semplicità di mezzi. Le pareti di pietra della stagione e tronchi di questi alberi del Mediterraneo, hanno la stessa umanità dei loro agricoltori, anche l’eternità, uno che conta”.

Monet fece la sua prima visita in Riviera a fine anno del 1883 in compagnia di Renoir, per soli quindici giorni.
Fu talmente colpito dal fascino dei luoghi che appena rientrato a Giverny, manifestò subito il desiderio di ritornarci, infatti il 23 Gennaio 1884, Monet è di nuovo a Bordighera.
Durante questo suo nuovo viaggio "vagabondò" per la Riviera spingendosi fino nell'entroterra della val Nervia, fino a Dolceacqua, dove dipinse il ponte e il castello e così riportò nei suoi scritti dell'epoca:
"... il luogo è superbo, vi è un ponte che è un gioiello di leggerezza ..."

Servizi

La struttura è dotata anche di una Sala Convegni che può ospitare 100 persone e di una cucina attrezzata per il supporto di Catering e può essere quindi noleggiata per Convegni e Matrimoni.
Per Informazioni contattare il Comune al 0184-206444 Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Eventi

Aprile 2018
08/04 Visita guidata a tema - la chiesetta campestre di San Bernardo
09/04 "RIVIERA ELECTRIC CHALLENGE" - TAPPA A DOLCEACQUA DEL PRIMO RALLY DI AUTO ELETTRICHE IN RIVIERA
21/04 - 25/04 CARRUGI IN FIORE & EXPO VAL NERVIA
29/04 MERCATINO DEL BIOLOGICO E DELL'ANTIQUARIATO
29/04 Visita guidata a tema: Dolceacqua terra dei Doria, tra storia ed enogastronomia INFO 0184 206666

Maggio 2018
06/05 Visita guidata a tema: Brea, Monet e Morscio

Indietro

2018
Autunno – Inverno: dal martedì alla domenica
Primavera – Estate: tutti i giorni
Per informazioni sugli orari di visita contattare il n. 0184 229507 – 337 1004228 Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Logo Castelli Aperti

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra politica sui cookie.