Dimore e Giardini di Liguria

Parchi di Nervi

L'area dei Parchi di Nervi in origine era costituita da coltivazioni divise in tre proprietà e venne, nell'Ottocento, modificata al fine di ottenerne un giardino secondo lo stile Romantico all'Inglese.
Compresa tra i parchi Serra, Groppallo e Grimaldi, l'area è suddivisa di fatto in tre zone distinte che tuttavia conservano la caratteristica di cornice marina, poiché la diffusione di essenze ad alto fusto e arbustive crea scenografie in cui i vari riquadri ripresentano, in maniera suggestiva, con angolazioni differenti, la magnifica vista della costa.
Quasi come un gioco di soprese continue, i giardini rivelano via via, al loro interno, altri giardini, di dimensioni minori, angoli suggestivi, punti di osservazione, angoli di sosta, giochi di riflessi acquatici, cornici floreali e botaniche di pregio, boschetti e giardini rocciosi quasi a imitare in miniatura lo spettacolo dell'entroterra ligure.
Ben ottocento varietà di rose, nell'area che fu proprietà dei Grimaldi Fassio, costituì l'opera d'arte botanica presentata al Concorso Internazionale della Rosa Rifiorente.
I Parchi di Nervi e le relative tre ville furono acquistati dal Comune di Genova nel secolo scorso. L'unica villa che ha accesso al mare è Villa Luxoro, esterna, ma prossima all'area.
La ferrovia che venne costruita sin dal 1872 e l'incuria che ha permesso, negli anni, la crescita incontrollata di alberi e arbusti, hanno parzialmente celato molti punti di osservazione verso il mare. Lo stesso accesso alla costa è attualmente interrotto e vi si può accedere solo da alcuni sottopassi.
La Galleria d'Arte Moderna di Villa Serra, le Raccolte Frugone di Villa Grimaldi Fassio e il Museo Luxoro sono tappe culturali all'interno dei parchi.

Indietro

tutto l’anno

da aprile ad agosto ore 8.00-19.30; settembre, febbraio e marzo 8.00-18.30; ottobre e gennaio ore 8.00-17.30; novembre e dicembre 8.00-17.00

gratuito

Logo Castelli Aperti

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra politica sui cookie.