Castelli, ville e giardini di Liguria

Villa Ormond a Sanremo

La storia di Villa Ormond comincia nel 1875 quando Michel-Louis Ormond (1828–1901), proprietario di una manifattura di sigari, uomo politico ed imprenditore svizzero, amante delle arti, e la moglie Marie Marguerite Renet (1847–1925), poetessa francese, acquistarono Villa Rambaldi, costruita da Giovenale Gastaldi Senior, circondata da un bel terreno fittamente coltivato ad olivi.
Il 25 febbraio del 1887, Sanremo fu colpita da un forte terremoto. Il signor Ormond si prodigò nel soccorso alle popolazioni colpite, tanto da meritare la Croce di Cavaliere dell’Ordine Mauriziano conferitagli da Re Umberto I, mentre il figlio, Louis–Francis, ebbe un attestato di pubblica Benemerenza dal Ministro degli Interni. Villa Rambaldi fu anch’essa danneggiata dal sisma e la famiglia Ormond decise di costruire una nuova dimora. Della nuova villa si curarono personalmente i proprietari, attivando le proprie conoscenze artistiche.
Il progetto della nuova villa fu affidato a Emile Reverdin, noto architetto ginevrino autore del Gran Teatro di Ginevra. Egli ideò una villa che, posta al limite alto della collina, facesse da cornice e da corona allo splendido giardino all’inglese che avrebbe sostituito il preesistente uliveto degradando dolcemente verso il mare. Progettò una una costruzione estesa in lunghezza, con solo un piano rialzato su di un ampio piazzale raggiunto da sinuosi viali che abbracciavano il parco. Tutto il corpo dell’edificio era percorso da un’ampia terrazza aperta sul magnifico panorama con ripari costituiti, ai lati, da due logge di sapore rinascimentale.
All’interno l’atmosfera da cinquecento fiorentino era confermata dai soffitti a cassettoni policromi dei grandi saloni e dallo stile dell’arredamento. In una delle sale fu splendidamente sistemato un camino proveniente dal castello dei Doria di Dolceacqua.
Il cosmopolita Ormond per costruire la sua villa fece giungere le pietre da una cava dei dintorni di Tolone e i vetri istoriati dalla manifattura di Saint-Gobain. Le decorazioni delle pareti furono eseguite da pittori ginevrini e le tappezzerie tessute a Genova e Lione, copiando antichi modelli degli arazzi del rinascimento.
Inaugurata nel giugno del 1890, la villa fu frequentata da politici e statisti svizzeri e francesi e da molti artisti tra cui diversi pittori elvetici e francesi.
Louis Francis Ormond sposò Violet Sargent ed i loro sei figli nacquero tutti nella villa che restò in possesso degli Ormond sino alla scomparsa, nel 1925, di Marie Marguerite, rimasta nel frattempo vedova. La villa fu successivamente posta in vendita.
Nel 1928 la città di Sanremo perfezionò l’acquisto di Villa Ormond con il suo vasto parco, sopra e sottostrada, per la cifra di tre milioni di lire. Villa Ormond è oggi sede dell’Istituto Internazionale di Diritto Umanitario, al quale il Comune di Sanremo l’ha concessa in comodato. Nel parco tra le specie d'oltremare primeggia una straordinaria palma Phoenix reclinata, un monumento vivente considerato il più maestoso d'Europa.

Caratteristiche della visita

Villa Ormond è sede dell'Istituto Internazionale di Diritto Umanitario, mentre il Parco è pubblico.

All'interno del Parco è stato inaugurato nel 2017 il Floriseum, Museo del Fiore, il cui personale cura anche delle visite guidate nel Parco. che ha sede nel Villino Winter, edificio che una volta fungeva da foresteria della splendida villa. A seguito dei lavori della Villa, si provvide alla trasformazione del parco circostante, curata da vicino dalla signora Ormond, Marie Marguerite. Fu Marguerite, coadiuvata da illustri botanici dell'apoca, a imprimere al parco l'aspetto attuale, eliminando i terrazzamenti tradizionali e introducendo i viali, ma sopratutto suddividendo delle aree a stanze dedicate a singole specie, sopratutto esotiche. Ne derivò la grande varietà di piante, provenienti da tutto il mondo, e la bellezza di un paesaggio che unisce in un unico giardino palmizi, araucarie, cipressi, carrubi, ficus centenari, e non solo.

Curiosità

Dal secolo scorso Sanremo è stata meta indiscussa di celebrità internazionali del mondo del cinema, della musica e dello spettacolo. Oggigiorno è una meta turistica di conosciuta in tutto il mondo, famosa per il suo clima e per l’incantevole scenario del suo litorale. La sua posizione geografica, in una insenatura riparata dalle montagne, che crea un piacevole clima mite, la rende meta di soggiorni sia estivi, sia invernali, anche curativi.
La città è anche conosciuta come la Città dei Fiori, a sottolineare come la floricoltura abbia avuto un ruolo importante nello sviluppo dell’economia della città per decenni.
A Sanremo si svolgono anche numerosi eventi culturali e sportivi riconosciuti a livello internazionale come il Festival della canzone italiana e la classica Milano-Sanremo.
Ospita l’Istituto Internazionale di Diritto Umanitario, la più prestigiosa organizzazione indipendente nel campo della formazione sul diritto internazionale umanitario e sul diritto internazionale dei rifugiati.

Servizi

Circondata da un favoloso giardino con piante mediterranee, esotiche e fiori orientali, Villa Ormond è il luogo ideale dove organizzare matrimoni, ricevimenti, mostre ed eventi culturali. L'ambiente esclusivo ed elegante combinato con un’atmosfera eclettica di fine XIX secolo aggiungerà un’aura speciale ad ogni evento.
La splendida terrazza della villa che si affaccia sul giardino con vista sulla baia ed il porto di Sanremo è ideale per i servizi fotografici.

Indietro

2018
Il giardino è aperto al pubblico tutto l'anno.
Villa Ormond può essere visitata previo appuntamento telefonico, preferibilmente nei giorni infrasettimanali.

 

Giardino: autunno-inverno: 8.00-18.00;
primavera-estate: 7.00-20.30.
Villa: 9.00-17.00, su appuntamento.
Floriseum, Museo del Fiore:
martedì, mercoledì e giovedì: 10.00-12.30
venerdì, sabato e somenica: 10.00-12.30, 15.30-18.00.

Parco: gratuito.

Logo Castelli Aperti

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra politica sui cookie.