Castelli Aperti
 

 

Gli appuntamenti della settimana del 7 settembre


Domenica 7 settembre, la rassegna consiglia la visita di alcune delle più affascinanti dimore storiche private dell'Alto e del Basso Monferrato.

Nell'Alto Monferrato apre eccezionalmente il castello di Orsara Bormida (15.30-18.30). La visita guidata parte dall'ingresso e conduce i visitatori con una breve passeggiata nello storico parco, punto ideale per ammirare le colline del Monferrato. Si circumnaviga l'esterno del maniero per osservare la sua architettura. Si arriva all'interno del castello: ingresso e corridoio, due salottini barocchi, sala del biliardo al piano terra; salendo le scenografiche sale, al secondo piano, si trovano la ricca biblioteca di testi storici e militari e la camera da letto dell'ultima proprietaria.
La visita al Castello di Rocca Grimalda (15.00-18.00), guidata dai proprietari, oltre agli affascinanti ambienti interni, comprende anche una passeggiata nel giardino, che è diviso in 3 parti secondo lo schema barocco: il giardino all'italiana, il boschetto o giardino romantico, e il giardino segreto con erbe aromatiche e officinali, di ispirazione monastico medievale. E proprio nel parco, dalle 15.00 alle 17.30 si terrà il banco-incontro: "Come l'erboristeria aiuta la salute". Alle 17.30 invece, per la 6a edizione della rassegna "A cori uniti nel parco" si esibirà la Corale di S. Cecilia, coro polifonico della Cattedrale di Acqui Terme, che proporrà brani corali della tradizione classica.
Per chi invece ama di più il Basso Monferrato domenica 7 è imperdibile la visita al Castello Sannazzaro di Giarole (10.00 - 12.00; 14.30 - 17.30; visite guidate a turni orari). Fondato da un "Diploma" dell'Imperatore Federico Barbarossa, dato a quattro cavalieri Sannazzaro nel 1163, il castello sorge ai confini orientali del marchesato del Monferrato. Nel 1338 venne occupato dai Paleologo, nella guerra contro i Visconti di Milano, e restituito, nel 1380, ai
Sannazzaro. Da allora è sempre stato della stessa famiglia. Ha ospitato, tra gli altri, personaggi quali i principi Gonzaga, i re di Sardegna, Carlo Emanuele III e Vittorio Amedeo III, il re d'Italia Vittorio Emanuele II e Napoleone III.
LE ALTRE APERTURE DI CASTELLI APERTI DI DOMENICA 7 settembre IN PROVINCIA DI ALESSANDRIA

CASTELLO DI PIOVERA unico turno di ingresso ore 15,30
CASTELLO DI POZZOLO FORMIGARO ore 15.00-18.30
CASTELLO DI UVIGLIE A ROSIGNANO MONFERRATO ore 10.30; visita guidata e previo appuntamento
CASTELLO DI TRISOBBIO ore 10.00 - 13.00: 15.00 - 19.00; visita librea
MUSEO CIVICO E ARCHEOLOGICO AD ACQUI TERME ore 10.00-13.00 e 16.00-20.00; visite libere
MUSEO LA TORRE E IL FIUME A MASIO ore 15.00-18.30; visite libere
VILLA LA SCRIVANA A VALMADONNA 15.00-17.30; visita libera del parco e cappella
VILLA SCHELLA A OVADA ore 16.00 turno unico

In provincia di Asti, domenica 7 settembre itinerario alla scoperta di Grazzano Badoglio

Domenica 7 settembre la rassegna propone il percorso guidato di Grazzano Badoglio. L'itinerario (dalle 15.00 alle 17.30) si suddivide in due distinti siti (è possibile visitare entrambi o anche solo uno): "La casa museo Badoglio" in cui si visitano gli ambienti privati del maresciallo e dove le stanze raccolgono documenti e cimeli d'epoca e "La Chiesa Parrocchiale" fondata nel X secolo dal marchese Aleramo. All'interno, nella cappella della Madonna del Rosario è conservata la tomba di Aleramo. Nella Cappella dei Gesuiti, giuspatronato dei Gonzaga, si ammira invece una bellissima pala d'altare di Andrea Pozzo.
Sempre domenica 7 settembre ad Asti continua a Palazzo Mazzetti l'interessantissima mostra Asti nel Seicento. Artisti e committenti in una città di frontiera (ore 10.30 - 19.30; ingresso 5 euro intero; 3 euro ridotto)
Al castello di Castelnuovo Calcea invece, visite guidate dalle 9.00 alle 19.00

 

Castelli Aperti 2014: domenica 7 settembre riapre il castello di Fossano

Dopo la pausa dei mesi di agosto, riapre domenica 7 settembre il castello di Fossano, una delle dimore storiche più affascinanti del Piemonte.
L'attuale castello è il risultato della costruzione iniziata da Filippo d'Acaja nel 1314. In precedenza, sullo stesso sito, esisteva già un baluardo di difesa, la "bicocca", costruito poco dopo il 1236. Un primo ampliamento inizia nel 1324.
Con l'estinzione della famiglia Acaja, il castello di Fossano passò ai Savoia e fu trasformato dal duca Amedeo d'Aosta in elegante residenza, destinata ad accogliere la grande corte e il governo ducale.
Nel Cinquecento furono realizzati ulteriori ristrutturazioni dell'edificio al fine di renderlo ancora più confortevole. In quegli anni viene chiamato Giovanni Caracca ad eseguire le decorazioni interne.
Fu quindi tra i secoli XVI e XVII che il castello attraversò il periodo più florido, quando anche la Madama Reale Cristina di Francia vi abitò: fu abbellito con stucchi e dipinti, oggi quasi del tutto perduti, mentre due torri furono rivisitate con l'aggiunta di gallerie belvedere.
Successivi ampliamenti si ebbero nel Seicento quando il castello fu trasformato in carcere. Fu allora che i grandi saloni furono trasformati in piccole celle. E si avviò ad un periodo di decadenza.
Nel 1689 nelle carceri del castello 1.800 valdesi, a causa delle persecuzioni, furono rinchiusi e morirono di stenti. Nell'Ottocento il castello divenne caserma militare e in seguito sede di una scuola di veterinaria.
Nella seconda metà del Novecento si intrapresero i lavori di recupero e la fortezza degli Acaja fu adibita a sede della Biblioteca civica e dell'Archivio di Stato, ritornando agli antichi splendori.
Il castello è aperto dalle 15.00 alle 18.00 e le partenze delle visite sono alle ore 15, 15.45, 16.30, 17.15 e 18. L'ingresso è gratuito

Le altre aperture di Castelli Aperti in provincia di Cuneo domenica 7 settembre

CASTELLO DI GOVONE ore 10.00 - 12.00; 15.00 - 18.00
CASTELLO DI MONESIGLIO ore 15.00 - 18.00
CASTELLO DI PRUNETTO ore 14.30 - 18.00
CASTELLO DI MONTICELLO ore 10.00 - 12.00; 14.30 - 18.30
CASTELLO DEL ROCCOLO DI BUSCA ore 10.00 - 19.00
CASTELLO REALE DI RACCONIGI: ore 9.00 - 19.30
CASTELLO DI SALICETO visite guidate ore 15.00 e 16.30
CASTELLO DI SERRALUNGA: ore 11.0-13.00; 14.00-18.00 - Ultima visita ore 17.15.
CASTELLO DELLA MANTA ore 10.00 - 18.00
CASTELLI TAPPARELLI D'AZEGLIO A LAGNASCO ore 9.30 - 12.30; 14.30 - 18.30
CASTELLO DI ROCCA DE' BALDI - MUSEO ETNOGRAFICO PROVINCIALE ore 14.30 - 18.30
GIARDINI DI VILLA BRICHERASIO ore 9.30 - 12.30 e 14.30 - 19.00
FORTE ALBERTINO DI VINADIO ore 14.30 - 19.00
MUSEO CIVICO LUIGI MALLE' DI DRONERO ore 14.30 - 19.00
PALAZZO BORELLI - SPAZIO LALLA ROMANO DI DEMONTE ore 10.30-12.00 e 16.00-19.00
IL FILATOIO DI CARAGLIO ore 10.00 - 19.00
BORGATA MUSEO BALMA BOVES ore 10.00 - 18.30
PALAZZO SARRIOD DE LA TOUR ore 10.00 - 19.00
SISTEMA URBANO INTEGRATO DI MONDOVI'
TORRE CIVICA DEL BELVEDERE ore 16.00-19.00
MUSEO CIVICO DELLA STAMPA ore 16.00-19.00
MUSEO DELLA CERAMICA ore 10.00-19.00
CIRCUITO DI VISITA DI SAVIGLIANO
MUSEO CIVICO A.OLMO E GIPSOTECA D. CALANDRA: ore 10.00-13.00; 15.00-18.30
TORRE CIVICA: ore 10.00-12.30; 14.30-18.30. Per la visita rivolgersi all'Ufficio Turistico.
PALAZZO TAFFINI D'ACCEGLIO: ore 10.00-12.30; 14.30-18.30. Per la visita rivolgersi all'Ufficio Turistico.
SISTEMA MUSEALE URBANO DI BRA:
MUSEO CIVICO CRAVERI: ore 10.00-12,30; 15.00-18.00
MUSEO CIVICO DI PALAZZO TRAVERSA: ore 10.00-12,30; 15.00-18.00
MUSEO DEL GIOCATTOLO: ore 10,00-12,30; 15,00-18,30

 

Domenica 7 settembre al castello di Piovera mostra canina e raduno di vespe e moto d'epoca

Domenica 7 settembre, nella splendida cornice del castello di Piovera, dalle 8.30 si terrà la prima mostra canina aperta a tutte le razze. Contemporaneamente saranno aperte le iscrizioni al 2° Raduno di Vespe e moto d'epoca. Durante la mattinata prove di abilità.
Nel pomeriggio visite guidate al castello a partire dalle 15.30.

 

Prosegue la mostra "Un amore esclusivo: le montagne di Lalla Romano" a Palazzo Borelli di Demonte

Tutte le domeniche, fino al 4 ottobre a Demonte dalle 14.30 ale 19.00, con ingresso libero, è aperto con visita guidata, lo Spazio Lalla Romano di Palazzo Borelli, dove è esposta la mostra di pittura e fotografia "'Un amore esclusivo': le montagne di Lalla Romano", a cura di Marco Vallora e Antonio Ria comprendenteuna diecina di quadri inediti di Lalla Romano, realizzati tra Cuneo e Boves.

 

Visite guidate alle carceri e al rifugio antiaereo di Acqui Terme

Domenica 7 settembre il Civico Museo Archeologico e la sezione Italia Nostra di Acqui Terme, grazie agli allievi dell'ITT Rita Levi Montalcini, organizzano delle visite guidate alle carceri e al rifugio antiaereo di Acqui Terme. Orario visite: 16.30 - 17.30 - 18.30
Info: Ufficio Cultura Comune di Acqui Terme 0144 770272

 

L'opera " Kami Mandyet " di Amerigo Mariotti e Ignazio Mazzeo approdata nel giardino di Palazzo La Marmora

Esposta nel 2012 a Senigallia e nella primavera 2014 a Biella presso BI-BOx Art Space, è ora approdata nel giardino di Palazzo La Marmora a Biella Piazzo, con la curatela di BI-Box l'opera " Kami Mandyet " di Amerigo Mariotti e Ignazio Mazzeo.
Si tratta di una scultura che ha la forma di una barchetta di carta, ma a spiazzare sono le dimensioni e il materiale: lunga quasi tre metri e mezzo e realizzata interamente in ferro cromato.
La barchetta è priva del suo mare, sembra un oggetto giunto grazie ad un teletrasporto.
Il titolo Kami Mandyet unisce due parole che individuano altrettante caratteristiche peculiari dell'opera: la prima, sintetizzata dalla parola "Kami", che in giapponese vuol dire carta (ma anche Dei) e che insieme al verbo "Ori" (piegare) va a costituire la parola "Origami", sottolinea il referente primo di quest'idea installativa, l'origami appunto, scelto come tema principale per il suo valore giocoso che richiama all'infanzia e anche per la sua immediatezza nell' impatto visivo; Mandyet, cioè il mezzo che accompagnava il Dio Ra nel suo viaggio da oriente a occidente, dall'alba al tramonto. Gli egizi legavano concettualmente il sorgere e il tramontare del Sole al ciclo della vita e della morte, sperando in una resurrezione. Dunque Mandyet è la barca della rinascita, come l'inizio di un nuovo percorso.
L'istallazione artistica di Marriotti-Mazzeo invita il visitatore di Palazzo La Marmora in un viaggio sulla rotta del tempo per scoprire la storia della famiglia La Marmora.
Palazzo La Marmora e il suo giardino rinascimentale sono aperti tutte le domeniche fino al 12 ottobre con orario 10.00-13.00 e 14.00-18.00.

 

Prosit! Il castello, il Barolo e i suoi cru.
Venerdì 5-12-19 settembre 2014 - Castello di Serralunga d'Alba

Un antico maniero, il tramonto sulle montagne e le colline di Langa e un calice di Barolo. Prosit!, a Serralunga d'Alba si brinda in tre serate di degustazione dedicate ai Cru del Re dei vini. I primi venerdì di settembre (5, 12 e 19), alle 19 e alle 20, tour inediti accompagneranno i partecipanti alla scoperta delle sale del castello medievale, del territorio e dei suoi vini in modo originale e coinvolgente.
In collina l'estate lascia lentamente il passo all'arrivo dell'autunno e dei suoi colori e tra i filari i contadini si attardano fino a sera per i primi lavori della vendemmia. A Serralunga il Barolo trova terreni particolarmente vocati, con alcuni tra i migliori e più storici Cru dell'intera zona di produzione. E il castello trecentesco ha un legame fortissimo con il territorio che lo circonda.
Da questo binomio, la proposta delle tre serate, con una visita al maniero in cui scoprire aneddoti che riguardano lo storico e fondamentale ruolo nell'organizzazione rurale delle colline circostanti e la degustazione narrata di due calici di Barolo e un Moscato al terzo piano del castello, dove la vista mozzafiato e la guida di un esperto permetteranno di individuare proprio i vigneti da cui i vini assaggiati sono prodotti.
Il tutto, oltre il consueto orario di apertura, in compagnia di una guida turistica esperta di enologia che racconterà ai presenti aneddoti e curiosità sui vini in degustazione, proposti dai produttori della Bottega del Vino di Serralunga.
INFO E COSTI
La durata della visita e della degustazione è di circa un'ora
Costo 15 euro
Possessori della carta musei 10 euro
Per info e prenotazioni (fortemente consigliate perché gli appuntamenti sono a numero chiuso, max 25 persone ad appuntamento)
www.castellodiserralunga.it
tel. 0173.613358

 

Per conoscere le strutture in dettaglio, per informazioni sugli orari, turni di visita e costi dei biglietti consultare il sito: www.castelliaperti.it o scrivere a segreteria@castelliaperti.it

 

Seguiteci anche sui nostri profili social per essere sempre aggiornati su eventi, iniziative e tutto quello che riguarda la manifestazione: ci trovate su Twitter, su Facebook e sul nostro blog: www.castelliapertiblog.it

 

 

 




 
News | Archivio
Si conclude Castelli Aperti 2016... arrivederci al prossimo anno!!

Si conclude Castelli Aperti 2016... arrivederci al prossimo anno!!

Domenica 30 ottobre arriva alla conclusione un'altra stagione di Castelli Aperti... Ultima domenica per visitare le più affascinanti dimore storiche piemontesi

Gli Incantesimi di Emanuele Luzzati a Caraglio

Gli Incantesimi di Emanuele Luzzati a Caraglio

La Fondazione Filatoio Rosso di Caraglio (CN) presenta la mostra dedicata allo scenografo e illustratore, allestita fino al 26 febbraio 2017

 
 

Castelli Aperti 2014 - P.Iva 22458912647758 - Powered by Blulab