Castelli Aperti
 

 

Gli appuntamenti della settimana del 21 settembre


Domenica 21 settembre apre il castello di Piovera

Castelli Aperti offre la possibilità di scoprire dimore storiche spesso chiuse al pubblico perché private. E' il caso del castello di Piovera, di cui si consiglia la visita domenica 21 settembre (unico turno di visita alle 15.30)
Circondato da un vasto parco con annessa tenuta agricola è tuttora difeso da una cinta muraria e da un fossato risalenti al XIV sec.
Su antecedenti accampamenti (romano e carolingio) e sulle rovine di un convento, nasce come fortezza con i Visconti di Milano. Passa successivamente ai Mandelli, ai Gallarati, agli spagnoli Omodei agli Sforza ed ai Savoia che insignirono del feudo di Piovera Francesco Maria Balbi, ultimo feudatario. Nel XIX sec. venne trasformato in dimora signorile dall'attuale aspetto romantico, senza però intaccare l'originale struttura a "U". Il castello porta ancora tracce di intonaco nero, forse a lutto per la morte di Napoleone Bonaparte.
Dagli anni Sessanta appartiene al Conte Niccolò Calvi di Bergolo che lo aprì al pubblico divenendo un pioniere e un esempio tra i proprietari di dimora storica privata.
La visita riguarda il piano nobile del castello, dalla torre al pianterreno agli ambienti delle cucine e continua nei fabbricati annessi al castello, gli antichi granai e le scuderie, dove trovano spazio il museo degli antichi mestieri e un' importante collezione di arte contemporanea creata dal Conte e dal suo cenacolo di artisti.

LE ALTRE APERTURE DI CASTELLI APERTI DI DOMENICA 21 settembre IN PROVINCIA DI ALESSANDRIA
CASTELLO DI POZZOLO FORMIGARO ore 15.00-18.30
CASTELLO DI UVIGLIE A ROSIGNANO MONFERRATO ore 10.30; visita guidata e previo appuntamento
CASTELLO DI TRISOBBIO ore 10.00 - 13.00: 15.00 - 19.00; visita librea
MUSEO CIVICO E ARCHEOLOGICO AD ACQUI TERME ore 10.00-13.00 e 16.00-20.00; visite libere
MUSEO LA TORRE E IL FIUME A MASIO ore 15.00-18.30; visite libere
VILLA LA SCRIVANA A VALMADONNA 15.00-17.30; visita libera del parco e cappella

 

Domenica 21 settembre un itinerario alla scoperta delle più affascinanti dimore storiche a sud di Asti

Per domenica 21 la rassegna consiglia un itinerario nelle più affascinanti dimore storiche a sud di Asti.
Si parte da Castelnuovo Calcea dove è aperto il magnificente castello (ore 9.00 - 19.00). La visita, libera e non guidata corre lungo il perimetro esterno. Quello che resta oggi visitabile risale alla ricostruzione del XVII secolo e le uniche tracce della medievale struttura sono visibile nel portone di ingresso e nelle torri. Attualmente l'area che il Castello anticamente occupava è stata adibita a Parco Pubblico.
Proseguendo sempre a sud di Asti si raggiunge Bubbio con il suo antico castello che propone visite guidate a turni orari alle 10.00, 11.00, 15.00, 16.00 e 17.00
La biglietteria è presso l'albergo del castello (fuori dalle mura) da lì si entra nel parco e si visita il piano nobile del castello e il piano terra con la cappella. L'interno del castello è arredato. Dal piano nobile si gode di una incantevole vista sul giardino dal disegno geometrico ma al contempo mosso dalle molte specie arboree presenti. La visita si conclude con la salita sul torrione.
Poco distante da Bubbio, a Monastero Bormida grande occasione per visitare il possente castello (visita guidata ogni ora dalle 15 alle 18)
La visita inizia percorrendo il perimetro esterno del Castello per comprendere la collocazione e la storia della struttura nei secoli. Quindi si entra all'interno, nei piani nobili, le cui stanze, trasformate nel XVII secolo presentano pavimenti a mosaico e soffitti a vela e a crociera affrescati a motivi floreali e geometrici. La visita prosegue con i camminamenti sulla cima e si conclude nelle spaziose cantine.
Nei locali del sottotetto del castello è inoltre visitabile la mostra Il Monferrato. 500 anni di arte, i grandi artisti di un piccolo Stato fino al 26 ottobre.

 

In provincia di Cuneo, domenica 21 settembre un itinerario tra Bra, Racconigi, Fossano e Savigliano

Per domenica 21 settembre la rassegna propone un itinerario alla scoperta dei più affascinanti musei, palazzi, e dimore storiche tra le città di Bra, Sanfrè, Racconigi, Fossano e Savigliano.
Si parte da Bra, nuova aderente della rassegna 2014 con il suo Sistema Museale.
La cittadina propone le aperture del Museo Civico Craveri (ore 10.00-12,30; 15.00-18.00) del Museo Civico di Palazzo Traversa (ore 10.00-12,30; 15.00-18.00) e del Museo del Giocattolo (ore 10,00-12,30; 15,00-18,30).
Nella vicina Sanfrè da non perdere sono le visite al castello guidate dal proprietario che si terranno dalle 14.00 alle 19.00.
A pochi chilometri da Sanfrè è sempre aperto il castello Reale di Racconigi, (Ore 9.00-19.30). Imperdibile una passeggiata nel maestoso parco che nel 2010 è stato nominato "Parco più bello d'Italia" dal prestigioso premio nazionale.
Poco distante da Racconigi, gli amanti della cultura e dell'arte non potranno non apprezzare il centro storico di Savigliano. In centro si visitano il palazzo barocco Taffini d'Acceglio (ore 10.00-12.30; 14.30-18.30; rivolgersi all'ufficio turistico) dal nome della famiglia che lo fece costruire e il Museo Civico A. Olmo (10.00-13.00 e 15.00-18.30) che ospita reperti archeologici e raccolte d'arte dalla fine del XV secolo all'arte contemporanea. Per chi vuole godere il panorama della bella cittadina dall'alto si consiglia la salita alla torre civica (ore 10.00-12.30; 14.30-18.30; rivolgersi all'ufficio turistico) .
Inoltre, per una piacevole pausa alle visite, domenica 21 settembre, il centro sarà piacevolmente invaso dalle bancarelle del mercatino delle pulci e dell'antiquaruato (dalle 9.00 alle 18.00).
A Fossano, dopo la pausa estiva, apre i battenti il castello dei Principi d' Acaja, (Ingresso gratuito. Ore 15.00; 15.45; 16.30; 17.15; 18.00. Visite guidate) dalla magnifica architettura: la sua imponenza lo fece apprezzare sia per la difesa militare che come sede principesca, venne utilizzato dai Savoia fino al XVII secolo per divenire poi carcere; oggi ospita la Biblioteca civica.

Le altre aperture di Castelli Aperti domenica 21 settembre
CASTELLO DI GOVONE ore 10.00 - 12.00; 15.00 - 18.00
CASTELLO DI MONESIGLIO ore 15.00 - 18.00
CASTELLO DI PRUNETTO ore 14.30 - 18.00
CASTELLO DI MONTICELLO ore 10.00 - 12.00; 14.30 - 18.30
CASTELLO DEL ROCCOLO DI BUSCA ore 10.00 - 19.00
CASTELLO REALE DI RACCONIGI: ore 9.00 - 19.30
CASTELLO DI SALICETO visite guidate ore 15.00 e 16.30
CASTELLO DI SERRALUNGA: ore 11.0-13.00; 14.00-18.00 - Ultima visita ore 17.15.
CASTELLO DELLA MANTA ore 10.00 - 18.00
CASTELLI TAPPARELLI D'AZEGLIO A LAGNASCO ore 9.30 - 12.30; 14.30 - 18.30
CASTELLO DI ROCCA DE' BALDI - MUSEO ETNOGRAFICO PROVINCIALE ore 14.30 - 18.30
GIARDINI DI VILLA BRICHERASIO ore 9.30 - 12.30 e 14.30 - 19.00
FORTE ALBERTINO DI VINADIO ore 14.30 - 19.00
MUSEO CIVICO LUIGI MALLE' DI DRONERO ore 14.30 - 19.00
PALAZZO BORELLI - SPAZIO LALLA ROMANO DI DEMONTE ore 10.30-12.00 e 16.00-19.00
IL FILATOIO DI CARAGLIO ore 10.00 - 19.00
BORGATA MUSEO BALMA BOVES ore 10.00 - 18.30
PALAZZO SARRIOD DE LA TOUR ore 10.00 - 19.00
SISTEMA URBANO INTEGRATO DI MONDOVI'
TORRE CIVICA DEL BELVEDERE ore 16.00-19.00
MUSEO CIVICO DELLA STAMPA ore 16.00-19.00
MUSEO DELLA CERAMICA ore 10.00-19.00

 

Emozioni POP ART al Castello di Rocca de' Baldi - personale di Riccardo Balestra

Prosegue al Castello di Rocca De' Baldi "COLORED PROFILES", la personale dedicata a Riccardo Balestra.
Dopo un lungo cammino nell'ambito della pittura figurativa e del paesaggio, che pure continua a sviluppare, l'artista si è dedicato all'esplorazione della figura femminile, di cui rappresenta l'eleganza e l'espressività attraverso forma e colore, prerogative dell'analisi POP.
Balestra predilige infatti lo studio della figura umana, in particolare gli occhi e il viso, per scoprirne il vissuto, la personalità e il carattere, e per scavare laddove si nascondono gioie e dolori, paure ed emozioni.
La donna viene così enfatizzata da un'eleganza e da un'espressività remote, prive della caratterizzazione tradizionalmente comunicata dagli stereotipi e dai media. Un risultato ottenuto grazie ad una specifica ricerca cromatica ed espressiva, che trova il suo strumento più efficace nella scelta della tecnica ad olio e dei suoi colori accesi e impattanti.
È così che all'artista è consentito spingersi verso una ricerca introspettiva e psicologica, concentrata su una visione ravvicinata dei volti femminili, dai quali emana un inquietante fascino glamour.
La mostra è visitabile fino al 12 ottobre 2014
Ingresso: € 2,50 - Gratuito per i visitatori del Castello e del Museo Etnografico "Augusto Doro"

 

Commemorazione della "Banda Lenti" a Grazzano Badoglio

Il Comune di Grazzano Badoglio, in collaborazione con il Centro Culturale Pietro Badoglio e la Pro Loco, organizza per domenica 21 settembre una commemorazione della "Banda Lenti", formazione partigiana creata da Agostino Lenti tra le colline di Camagna e Conzano, a settant'anni dalla cattura avvenuta sul colle di Madonna dei Monti.
La commemorazione avverrà in due tempi: alle ore 17 al Santuario di Madonna dei Monti S. Messa in suffragio dei partigiani uccisi con la partecipazione del coro "Amici della Montagna. Seguirà un ricordo degli avvenimenti a cura di Alessandro Allemano, direttore del Museo Pietro Badoglio. Al termine rinfresco a cura della Pro Loco di Grazzano.
Alle ore 20,30 nella Chiesa Parrocchiale dei SS. Vittore e Corona dopo il saluto dell'Amministrazione di Grazzano Badoglio, concerto degli Amici della Montagna.

 

Visite guidate alle carceri e al rifugio antiaereo di Acqui Terme

Domenica 21 settembre il Civico Museo Archeologico e la sezione Italia Nostra di Acqui Terme, grazie agli allievi dell'ITT Rita Levi Montalcini, organizzano delle visite guidate alle carceri e al rifugio antiaereo di Acqui Terme. Orario visite: 16.30 - 17.30 - 18.30
Info: Ufficio Cultura Comune di Acqui Terme 0144 770272

 

Prosegue la mostra "Un amore esclusivo: le montagne di Lalla Romano" a Palazzo Borelli di Demonte

Tutte le domeniche, fino al 4 ottobre a Demonte dalle 14.30 ale 19.00, con ingresso libero, è aperto con visita guidata, lo Spazio Lalla Romano di Palazzo Borelli, dove è esposta la mostra di pittura e fotografia "'Un amore esclusivo': le montagne di Lalla Romano", a cura di Marco Vallora e Antonio Ria comprendenteuna diecina di quadri inediti di Lalla Romano, realizzati tra Cuneo e Boves.

 

Al Filatoio di Caraglio le opere di Luigi Mainolfi raccontano la pelle della terra

Sabato 13 settembre alle ore 17, presso il Filatoio di Caraglio (via Matteotti, 40), avrà luogo l'inaugurazione de "La pelle della terra. Luigi Mainolfi. Opere dal 1969 al 2014", mostra a cura di Alessandro Carrer e Marisa Vescovo. L'evento è promosso dall'associazione culturale Marcovaldo, con il sostegno della Regione Piemonte, della Compagnia di San Paolo e della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, il contributo del Comune di Caraglio e della Fondazione Il Filatoio. L'esposizione resterà aperta al pubblico fino al 16 novembre dal giovedì al sabato dalle ore 14,30 alle 19, la domenica e i festivi dalle 10 alle 19. Sono previste aperture su prenotazione per scuole e gruppi. Per maggiori informazioni telefonare allo 0171/618260 o visitare il sito Internet www.marcovaldo.it.

 

L'opera " Kami Mandyet " di Amerigo Mariotti e Ignazio Mazzeo approdata nel giardino di Palazzo La Marmora

Esposta nel 2012 a Senigallia e nella primavera 2014 a Biella presso BI-BOx Art Space, è ora approdata nel giardino di Palazzo La Marmora a Biella Piazzo, con la curatela di BI-Box l'opera " Kami Mandyet " di Amerigo Mariotti e Ignazio Mazzeo.
Si tratta di una scultura che ha la forma di una barchetta di carta, ma a spiazzare sono le dimensioni e il materiale: lunga quasi tre metri e mezzo e realizzata interamente in ferro cromato.
La barchetta è priva del suo mare, sembra un oggetto giunto grazie ad un teletrasporto.
Il titolo Kami Mandyet unisce due parole che individuano altrettante caratteristiche peculiari dell'opera: la prima, sintetizzata dalla parola "Kami", che in giapponese vuol dire carta (ma anche Dei) e che insieme al verbo "Ori" (piegare) va a costituire la parola "Origami", sottolinea il referente primo di quest'idea installativa, l'origami appunto, scelto come tema principale per il suo valore giocoso che richiama all'infanzia e anche per la sua immediatezza nell' impatto visivo; Mandyet, cioè il mezzo che accompagnava il Dio Ra nel suo viaggio da oriente a occidente, dall'alba al tramonto. Gli egizi legavano concettualmente il sorgere e il tramontare del Sole al ciclo della vita e della morte, sperando in una resurrezione. Dunque Mandyet è la barca della rinascita, come l'inizio di un nuovo percorso.
L'istallazione artistica di Marriotti-Mazzeo invita il visitatore di Palazzo La Marmora in un viaggio sulla rotta del tempo per scoprire la storia della famiglia La Marmora.
Palazzo La Marmora e il suo giardino rinascimentale sono aperti tutte le domeniche fino al 12 ottobre con orario 10.00-13.00 e 14.00-18.00.

 

Prosit! Il castello, il Barolo e i suoi cru.

Venerdì 19 settembre 2014 - Castello di Serralunga d'Alba
Venerdì 19 settembre ultimo appuntamento con Prosit! a Serralunga d'Alba. Alle 19 e alle 20, tour inediti accompagneranno i partecipanti alla scoperta delle sale del castello medievale, del territorio e dei suoi vini in modo originale e coinvolgente.
In collina l'estate lascia lentamente il passo all'arrivo dell'autunno e dei suoi colori e tra i filari i contadini si attardano fino a sera per i primi lavori della vendemmia. A Serralunga il Barolo trova terreni particolarmente vocati, con alcuni tra i migliori e più storici Cru dell'intera zona di produzione. E il castello trecentesco ha un legame fortissimo con il territorio che lo circonda.
Da questo binomio, la proposta della serata con una visita al maniero in cui scoprire aneddoti che riguardano lo storico e fondamentale ruolo nell'organizzazione rurale delle colline circostanti e la degustazione narrata di due calici di Barolo e un Moscato al terzo piano del castello, dove la vista mozzafiato e la guida di un esperto permetteranno di individuare proprio i vigneti da cui i vini assaggiati sono prodotti.
Il tutto, oltre il consueto orario di apertura, in compagnia di una guida turistica esperta di enologia che racconterà ai presenti aneddoti e curiosità sui vini in degustazione, proposti dai produttori della Bottega del Vino di Serralunga.
INFO E COSTI
La durata della visita e della degustazione è di circa un'ora
Costo 15 euro
Possessori della carta musei 10 euro
Per info e prenotazioni (fortemente consigliate perché gli appuntamenti sono a numero chiuso, max 25 persone ad appuntamento)
www.castellodiserralunga.it
tel. 0173.613358

 

Per conoscere le strutture in dettaglio, per informazioni sugli orari, turni di visita e costi dei biglietti consultare il sito: www.castelliaperti.it o scrivere a segreteria@castelliaperti.it

 

Seguiteci anche sui nostri profili social per essere sempre aggiornati su eventi, iniziative e tutto quello che riguarda la manifestazione: ci trovate su Twitter, su Facebook e sul nostro blog: www.castelliapertiblog.it

 

 

 




 
News | Archivio
Si conclude Castelli Aperti 2016... arrivederci al prossimo anno!!

Si conclude Castelli Aperti 2016... arrivederci al prossimo anno!!

Domenica 30 ottobre arriva alla conclusione un'altra stagione di Castelli Aperti... Ultima domenica per visitare le più affascinanti dimore storiche piemontesi

Gli Incantesimi di Emanuele Luzzati a Caraglio

Gli Incantesimi di Emanuele Luzzati a Caraglio

La Fondazione Filatoio Rosso di Caraglio (CN) presenta la mostra dedicata allo scenografo e illustratore, allestita fino al 26 febbraio 2017

 
 

Castelli Aperti 2014 - P.Iva 22458912647758 - Powered by Blulab