RACCONTI D'ARCHIVIO

Prosegue con successo la collaborazione della Fondazione Cosso con gli Istituti di Formazione Superiore della Città di Pinerolo: grazie al coinvolgimento di Dirigenti scolastici e insegnanti, si moltiplicano per gli studenti i percorsi di Alternanza Scuola – Lavoro nell’ambito delle professioni dell’arte.

In occasione del Festival Archivissima – La Notte degli Archivi la Fondazione Cosso ha attivato un percorso di Alternanza Scuola- Lavoro con un gruppo di studenti del Liceo Porporato di Pinerolo, i quali hanno raccolto con entusiasmo la sfida di promuovere presso il pubblico la conoscenza dell’archivio storico delle famiglie Massel-Cacherano di Bricherasio, conservato al Castello di Miradolo, e recentemente acquisito dalla Fondazione Cosso.
I ragazzi hanno partecipato al “Progetto Ulisse. I professionisti dell’arte” e hanno incontrato i professionisti della Fondazione, che operano nel mondo dell’arte e della cultura, che in questa occasione hanno approfondito con loro differenti aspetti, dall’analisi delle fonti archivistiche alla progettazione di un percorso guidato negli spazi dell’antica dimora e del suo Parco.

Venerdì 8 giugno, alle 20.00 e alle 21.30, la Fondazione Cosso presenterà “Racconti d’Archivio”, una visita guidata serale itinerante e teatralizzata curata dagli studenti, che accompagneranno i visitatori in alcune sale del Castello e negli spazi del Parco. La visita, che si svilupperà a partire da un’inedita analisi di alcuni documenti conservati all’interno dell’archivio storico conservato al Castello di Miradolo, avrà l’obiettivo di coinvolgere il pubblico nel racconto della storia dell’antica dimora e dei principali personaggi che l’hanno animata dalla fine del ‘700 all’inizio del ‘900.

Chi era Emanuele Cacherano di Bricherasio, fratello di Sofia? Forse qualcuno verrà a sapere per la prima volta che è stato uno dei soci fondatori della FIAT, amico fraterno del Capitano Federico Caprilli, prematuramente scomparso in circostanze misteriose.
In questa serata gli studenti saranno le guide d’eccezione per condurre il pubblico attraverso magiche atmosfere notturne alla riscoperta delle vicende di una delle principali famiglie nobili del territorio, protagoniste della storia piemontese.

La visita guidata è gratuita. La prenotazione è obbligatoria nei giorni precedenti al n° 0121.502761 e-mail prenotazioni@fondazionecosso.it

Informazioni e prenotazioni
Biglietteria Castello di Miradolo
Tel. 0121. 502761
e-mail prenotazioni@fondazionecosso.it

Logo Castelli Aperti