Gli appuntamenti della settimana al castello e Parco di Masino a Caravino

Giovedì 26 maggio e venerdì 27 maggio ore 11.30 e 14.30
LA BIBLIOTECA
La visita porta alla scoperta della Biblioteca storica dello Scalone e della ricca collezione in essa custodita.
La Biblioteca, che ha conservato intatto l’arredo settecentesco, testimonia ancora oggi il profondo amore dei Valperga per i libri, strumento di conoscenza e occasione di svago. La collezione libraria, esistente almeno dalla metà del Seicento, si è arricchita nel secolo successivo grazie agli acquisti internazionali del viceré Carlo Francesco II e di suo fratello Tommaso Valperga, abate di Caluso. La varietà e la ricchezza del patrimonio della biblioteca consentono di seguire diversi itinerari tematici: dall’orientalismo alla botanica, dal viaggio alle decorazioni del Castello, peraltro spesso tratte da libri, stampe e incisioni.

Sabato 28 e domenica 29 maggio ore 10.45; 13.30; 15.15
UNA PASSEGGIATA NEL PARCO
Una visita speciale per famiglie, un percorso nel parco alla scoperta degli alberi monumentali e dei colori dell'autunno.
Una passeggiata per imparare a riconoscere gli alberi dalle loro foglie, perchè le perdono, e la funzione di semi e bacche. Un percorso di educazione e salvaguardia ambientale per scoprire la Natura, per conoscerla e imparare a prendersene cura, divertendosi.

Sabato 28 maggio e domenica 29 maggio ore 10.30; 12.00; 14.00; 15.15; 16.30
I VALPERGA E I SAVOIA: AFFRESCHI SEICENTESCHI AL CASTELLO DI MASINO
Una speciale visita guidata alla scoperta degli affreschi seicenteschi del Castello di Masino, impresa promossa dal conte Carlo Francesco I Valperga, scudiero di Vittorio Amedeo II di Savoia.
Un percorso attraverso le sale appena restaurate durante l'imponente cantiere finanziato da Deutsche Post Foundation. Si parte dal Salone degli Stemmi - dove è raccontata la storia dei Valperga a partire dal mitico antenato re Arduino - per arrivare al Salone dei Savoia, con le pareti e la volta interamente ricoperte di affreschi che celebrano la dinastia sabauda. La visita al Salone, in particolare, consente di ammirare come la pittura "sfidi" lo spazio fisico, sfondando illusionisticamente le pareti con 22 vedute dipinte di città. Il percorso prosegue poi nelle sale dedicate ai regni di Spagna e d'Austria, tra i vasi dipinti nel Salone dei Gobelins e infine nella Sala del Biliardo.
Un'occasione unica per scoprire le storie che le pareti del Castello raccontano, tra stemmi, vedute di città e ambizioni della famiglia Valperga.

Domenica 29 maggio ore 10.30; 12.00; 14.00; 15.15; 16.30
CUCINE, ARREDI E MODI DI VIVERE
La visita porta alla scoperta degli ambienti di ricevimento, di servizio e delle cucine storiche, in uso fino agli anni Ottanta del Novecento e normalmente non accessibili al pubblico.
Il racconto della complessa organizzazione dei pasti si basa sui libri della biblioteca e sui documenti dell’archivio del Castello. Le fonti storiche illustrano, infatti, la più corretta "mise en place" per allestire la tavola ed elencano cibi e vini destinati all’alimentazione dei conti e del personale di servizio, i prodotti gastronomici per le occasioni speciali, fino i professionisti coinvolti nelle attività della cucina: dal confetturiere al fornitore di sale, zucchero e spezie, dal "sommelliere" ai trasportatori che facevano giungere a Masino prodotti anche dall’estero, come lo Champagne.

Per ogni informazione
0125 778100 - faimasino@fondoambiente.it

Logo Castelli Aperti