Musica e letteratura a Casa Lajolo

L’ultimo fine settimana di giugno, a Casa Lajolo, dimora storica settecentesca di Piossasco, sarà all’insegna della musica e della letteratura.

Sabato 26 giugno alle ore 21, il Ki’nisi ensamble, per Filarmonica Teatro Regio di Torino si esibirà all’interno del suggestivo boschetto di Casa Lajolo. Il gruppo, composto da sette orchestrali, il direttore d’orchestra e una voce narrante, presenterà “Historie du Soldat”, un’opera da camera, composta nel 1918, da Igor Stravinskij, scomparso cinquant’anni fa, a New York nel 1971.
Il concerto è su prenotazione, fino a esaurimento posti, nel rispetto delle normative di sicurezza.
Ingresso 15€. Biglietteria dalle ore 20,30.

Domenica 27 giugno, giorno di apertura al pubblico della dimora storica con la possibilità di visite guidate, alle ore 17 si terrà il primo dei quattro appuntamenti della rassegna letteraria “Bellezza tra le righe”. Protagonista a Casa Lajolo sarà la giornalista Alessandra Comazzi, storica firma de La Stampa e della rubrica “Cose di Tele”. “Bellezza tra le righe”, che ha un cartellone di appuntamenti condivisi con il Castello di Miradolo e si protrarrà fino a ottobre, quest’anno si sofferma sul sostantivo “gentilezza”. Alla
Comazzi il compito di provare a raccontare l’evoluzione (o l’involuzione) de “La parola gentile tra vecchi e nuovi media”. Modera l’incontro il giornalista e blogger Sante Altizio.
Seguirà aperitivo, su prenotazione.

Ingresso alla dimora storica, comprensivo di visita guidata,€ 8. Conversazioni e incontri sono compresi nel biglietto di ingresso. Biglietto ridotto € 6 per under 25. Gratuito under 10 e Abbonamento Musei.
Aperitivo di “Bellezza tra le righe”, 8€. Orario visite guidate 10-13; 14,30-18.

Sempre domenica, durante l’intera giornata, si terrà un workshop di oboe con giovani studenti, tenuto da Luigi Finetto, primo oboe della Filarmonica del Regio, nell’ambito del progetto “Ance doppie Torino”, che nasce per volontà collaborativa dei docenti di oboe e fagotto degli istituti piemontesi che hanno in attivo lo studio di questi strumenti e la cui esperienza organizzativa ha messo in evidenza l’esistenza di una “comunità oboistica e fagottistica” come proseguo delle storiche scuole nazionali di ance
doppie. La volontà di riscoprire vecchie abitudini come nuove gioie, ha portato le Ance Doppie a “riempire di musica” il parco di Casa Lajolo e mai come con oboi e fagotti una tale affermazione poteva essere vera!
Durante l’aperitivo che chiuderà il week end, i giovani studenti si esibiranno in un momento musicale.
Prenotazioni a info@casalajolo.it. Tutti i dettagli e le informazioni sui prossimi eventi, su www.casalajolo.it

Logo Castelli Aperti