Un itinerario nel biellese per la "Giornata dei Castelli Aperti"

Si parte da Biella dove consigliamo la mostra al Polo Culturale di Biella Piazzo, nelle sedi di Palazzo Gromo Losa e Palazzo Ferrero, la mostra Selvatica - Arte e Natura in Festival, l’evento biennale interamente dedicato alla natura e all’ambiente che riunisce artisti, fotografi, creativi e ricercatori in un insieme di proposte che coniugano mostre di pittura, fotografia, scultura, laboratori didattici ed eventi collaterali con un unico fine: la salvaguardia e la tutela dell’ambiente. L’esposizione è aperta dalle 10 alle 19
Biglietteria unica a Palazzo Groma Losa.

Poco distante da Biella, imperdibile la scoperta del Ricetto di Candelo che domenica 19 maggio ospiterà la rinomata manifestazione Candelo in Fiore che trasformerà il in un tripudio di colori e profumi. In vista dell’Adunata Nazionale degli Alpini che si terrà a Biella nel 2025, l’edizione 2024 della mostra floreale sarà dedicata a questi valorosi soldati. Attraverso l’abile maestria dei florovivaisti biellesi, le suggestive vie del Ricetto saranno allestite con composizioni floreali che ripercorreranno la storia del Corpo degli Alpini.
Non solo fiori: la manifestazione sarà arricchita da visite guidate mostre, eventi e appuntamenti.
(per il programma completo consultare https://www.candeloeventi.it/candelo-in-fiore-2024/

A Magnano dalle ore 14.30 alle ore 18.30 apre Villa Flecchia con la sua Collezione Enrico. (visite guidate) Nuovo bene appartenente al circuito di Castelli Aperti, la Villa si presenta al visitatore con le sue linee semplici e in una posizione spettacolare che domina il Canavese. All’interno, oltre agli arredi, la dimora custodisce una preziosa collezione di dipinti del XIX secolo, frutto della passione dell’architetto Piero Enrico per artisti che, fecero parte del panorama pittorico piemontese tra la fine dell’Ottocento e la prima metà del Novecento. Nella collezione si riconoscono differenti stili che spaziano dai bellissimi paesaggi romantici di Antonio Fontanesi alle composizioni astrattiste del friulano Luigi Spazzapan. I diversi percorsi artistici di questi pittori trovano a Villa Flecchia un punto di contatto nella comune passione per il paesaggio. I dipinti sembrano quasi gareggiare in bellezza con lo straordinario panorama che si ammira da ogni finestra della Villa, lasciando l’occhio libero di spaziare attraverso le aree pianeggianti, in cui rigogliose zone boscose e campi coltivati lasciano intravedere piccoli centri abitati, per poi perdersi all’orizzonte, interrotto soltanto dai rilievi montuosi della Serra Morenica di Ivrea.

Logo Castelli Aperti