Palazzi

Palazzo Gromo Losa a Biella

In origine un'elegante dimora signorile, Palazzo Gromo Losa sembra risalire al Trecento, almeno per quanto riguarda la manica che affaccia sul corso del Piazzo. Nei secoli successivi l'edificio fu ampliato fino alle dimensioni attuali. Alla fine dell'Ottocento il palazzo fu acquistato dalle Suore Rosminiane, che vi fondarono l'Istituto "Beata Vergine d'Oropa" (BVO), divenuto nel tempo un punto di riferimento importante per il sistema scolastico biellese. Nel 2004 il complesso è stato acquisito dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella che ne ha promosso il completo restauro, destinandolo ad attività culturali e sociali. Nel 2016 la Fondazione ha infine conferito in gestione la proprietà alla sua società strumentale Palazzo Gromo Losa Srl.
Palazzo Gromo Losa è oggi un moderno centro espositivo, ma anche un originale contenitore di progetti culturali e sociali. Questi ultimi sono in gran parte promossi dalla Fondazione Accademia Perosi, ospitata al primo piano. Elemento di particolare pregio è infine il giardino all'italiana di circa un ettaro, realizzato dal mecenate biellese Emanuele Rosa, che ha creato angoli suggestivi con rose e diverse specie botaniche.
Inaugurati alla fine del 2014 nel piano cantinato, gli spazi espositivi di Palazzo Gromo Losa ospitano periodicamente mostre di arte e fotografia. Tra gli eventi più importanti realizzati si annoverano le mostre Henri Cartier-Bresson. Collezione Sam, Lilette e Sebastien Szafran, La Fondazione Pierre Gianadda a Biella (2016), la mostra sul Futurismo nell'ambito del progetto "100% Italia" del Museo Ettore Fico di Torino, la mostra Ettore Pistoletto Olivero, Michelangelo Pistoletto. Padre e figlio, realizzata in collaborazione con Cittadellarte - Fondazione Pistoletto e Fondazione Zegna (2019) e le ultime edizioni di Selvatica - Arte e Natura in Festival.

Caratteristiche della visita

La visita comprende il giardino "all'italiana" e le mostre in corso nelle sale espositive.

Curiosità

CIRCUITI DI VISITA CITTADINI

Palazzo Gromo Losa rientra nel Polo Culturale del Borgo Storico del Piazzo a Biella con  Palazzo La Marmora e Palazzo Ferrero, inserito nella più ampia Rete Museale Biellese.

MONUMENTI CITTADINI

Il borgo medievale del Piazzo; Palazzo La Marmora; Palazzo Ferrero; il battistero di Biella; la basilica di San Sebastiano; il Museo del Territorio Biellese; lo Spazio Cultura della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella; Cittadellarte - Fondazione Pistoletto

NEI DINTORNI

Il Santuario di Oropa; il Parco della Burcina; il Ricetto di Candelo; Oasi Zegna; gli outlet del tessile.

PRODOTTI TIPICI

Canestrelli biellesi (biscotti), paletta di Coggiola, ratafià d'Andorno.

SPORT

Tennis, piscina coperta e all'aperto, trekking, mountain bike, equitazione, golf, sci, bungee jumping.

Servizi

Palazzo Gromo Losa è a disposizione della collettività per ospitare attività culturali e sociali di diversa natura sotto l'egida della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella.

Le visite per le scuole offrono anche attività didattiche e creative.

Bookshop.

Il Palazzo può essere affittato per eventi privati e matrimoni.

Informazioni aggiuntive

Accessibile ai visitatori con disabilità.

Ingresso consentito agli animali nel giardino.

Indietro

2020

Aperto in occasione di mostre ed eventi.

Aperto su prenotazione per gruppi (min. 15 persone), con sovrapprezzo.

Visita libera, visite guidate su prenotazione (min. 5 persone).
Visite guidate in inglese e francese su prenotazione.

Giardino: intero 2,5 €;
gratuito per le scuole , fino a 25 anni, studenti universitari, visitatori con disabilità ed accompagnatore, giornalisti, guide turistiche, soci FAI, Amici di Castelli Aperti, Plein Air, TCI, Abbonamento Musei Torino Piemonte.

In occasione di mostre ed eventi il biglietto potrebbe subire modifiche.

Logo Castelli Aperti