Castelli

Castello di Piovera

A pochi chilometri dall’uscita dell’autostrada A21 Alessandria Est, il castello di Piovera si impone come un edificio estremamente scenografico e imponente. Circondato da un vasto parco con annessa tenuta agricola è tuttora difeso da una cinta muraria e da un fossato risalenti al XIV sec.
Su antecedenti accampamenti (romano e carolingio) e sulle rovine di un convento, nasce come fortezza con i Visconti di Milano. Passa successivamente ai Mandelli, ai Gallarati, agli spagnoli, agli Sforza ed ai Savoia che nel Seicento insignirono del feudo di Piovera Francesco Maria Balbi, famiglia che "tenne" il castello per quasi tre secoli. Nel XIX sec. venne trasformato in dimora signorile dall’attuale aspetto romantico, senza però intaccare l’originale struttura a “U”. Il castello porta ancora tracce di intonaco nero, forse a lutto per la morte di Napoleone Bonaparte.
Dagli anni Sessanta appartiene al Conte Niccolò Calvi di Bergolo che lo aprì al pubblico divenendo un pioniere e un esempio tra i proprietari di dimore storiche private.

Caratteristiche della visita

La visita si concentra sul piano nobile del castello, per salire poi alla torre e scendere al pianterreno, dove si trovano gli ambienti delle cucine, e continua nei fabbricati annessi al castello, gli antichi granai e le scuderie, dove trovano spazio il museo degli antichi mestieri ed un'importante collezione di arte contemporanea creata dal Conte e dal suo cenacolo di artisti.
Inoltre gli attuali proprietari hanno creato all’interno del castello e nel giardino, suggestivi itinerari didattici, storici, artistici, culturali, naturalistici aperti al pubblico ed in particolar modo dedicato alle scolaresche. Queste ultime,su prenotazione, possono trascorrere una piacevole giornata al castello effettuandone la visita e partecipando a laboratori didattici nell'ambito delle proposte della Fattoria Didattica Castello di Piovera.

Il visitatore può scegliere il proprio percorso di visita:

Il primo percorso, “Tra cultura e natura”, permette di accedere al parco e di passeggiare tra gli alberi secolari della tenuta. È inoltre possibile accedere liberamente al museo degli Antichi Mestieri, al Padiglione delle Radici e alle cantine.

Il secondo percorso, “Viaggio nel tempo”, vi porterà all’interno del Castello dove attraverso le sale del primo piano e le stanze del secondo si incontreranno le scoperte che hanno cambiato il mondo, dai fossili alle invenzioni, dalla musica alla natura. Questo secondo percorso include anche l’accesso alle aree del primo percorso. Verrà aperto a fine giugno 2020.

Il terzo percorso, “Raccontami il Castello”, è la visita guidata che si snoda lungo i saloni del piano nobile tra arredi, decorazioni e costumi d’epoca, dalla torre fino alle cantine, passando per le antiche cucine: un autentico viaggio nel passato. La visita continua negli antichi granai e nel parco, dove trovano spazio suggestivi itinerari storici, artistici, culturali, naturalistici di una ricchezza sorprendente

Curiosità

MONUMENTI CITTADINI
La chiesa di san Michele Arcangelo, ricostruita per volere della famiglia Balbi alla fine del '600; Auditorium; per le strade del borgo è possibile vedere sculture d'arte contemporanea in un percorso intitolato Fossili Moderni, curato dal conte Calvi.

NEI DINTORNI
Alessandria, Valenza (distretto orafo), Tortona

EVENTI

A giugno “Festa dell’Agricoltura” in castello; in primavera e in autunno mostre d’arte contemporanea. 

Servizi

Percorsi didattici per le scuole.

Location per eventi privati e matrimoni (possibilità di sposarsi con rito civile nel Salone del Castello), con cucina attrezzata.

Dal 17 maggio è attivo un servizio di noleggio bici elettriche, da prenotarsi almeno 4 giorni in anticipo.

Informazioni aggiuntive

Parzialmente accessibile ai visitatori con disabilità.

Ingresso consentito agli animali.

Indietro

2020
Giugno: visite libere nel Parco Storico, ogni domenica con orario 15.00-18.00.

Aperto nelle festività: 2 giugno.

Aperto su prenotazione per visitatori individuali (min. 10 persone) e gruppi (min. 15 persone).

Visita completa guidata, visite libere alle collezioni dei Musei ed al Parco.
Visita guidata in inglese su prenotazione.

Visita guidata dalla proprietà su richiesta.

Visita guidata del Castello, con Parco e Museo degli Antichi Mestieri: intero 12 €; ridotto (6-13 anni) 6 €; gratuito per visitatori con disabilità.
Parco, Museo degli Antichi Mestieri e collezioni del Castello (visita libera): intero 10 €; ridotto (6-13 anni) 5 €.
Parco e Museo degli Antichi Mestieri: intero 5 € adulti; ridotto (6-13 anni) 2,5 €.
Tariffa gruppi: sconto del 10%; tariffa scuole: in base alle attività scelte.

In caso di eventi e manifestazioni i biglietti potrebbero subire modifiche.

Logo Castelli Aperti