Ville

Villa Ottolenghi Wedekind ad Acqui Terme

Ville

Villa Ottolenghi Wedekind ad Acqui Terme

Il complesso di Monterosso ad Acqui Terme, è l'unico esempio in Italia di stretta collaborazione tra architetti, pittori, scultori e mecenati per dare vita alla creazione di una Dimora padronale caratterizzata dalla presenza di importanti opere d'arte.
Nel 1920 i Conti Ottolenghi, Arturo e Herta von Wedekind zu Horst, affidarono la progettazione di Villa Ottolenghi, prima a Federico d'Amato e poi al celebre architetto Marcello Piacentini. Il mecenatismo degli Ottolenghi portò a Monterosso un buon numero di artisti: Ferruccio Ferrazzi, Fortunato Depero, Adolfo Wildt, Libero Andreotti, Fiore Martelli, Arturo Martini, Rosario Murabito, Venanzo Crocetti e Ferruccio Ferrazzi. Fu proprio a Villa Ottolenghi che Arturo Martini produsse e portò alcune delle sue opere più importanti tra cui "Il Tobiolo, Adamo ed Eva, i Leoni di Monterosso...". Alla morte dei Conti, è il figlio Astolfo che si impegna al completamento della villa con il parco ad opera di Pietro Porcinai.
Non lontano dalla villa il Mausoleo, oggi "Tempio di Herta", e il parco, ricavato da un preciso disegno scenografico che prende il nome di "Paradiso Terrestre". L'enorme portale del Tempio, di bronzo, nichel e rame inciso, monumentale opera dei maestri Ernesto e Mario Ferrari, fa da preludio alla bellezza degli affreschi di Ferruccio Ferrazzi, e dei mosaici realizzati dalla scuola musiva di Ravenna.
E poi intorno alla villa il Giardino formale, il Pozzo, gli Studi, il Cisternone e la Passeggiata che corre lungo il perimetro del complesso, i Graffiti, il Pergolato di glicine, la Piscina, la Cantina... sono tappe di un percorso di scoperta che sorprende per la cura del particolare e qua e là spuntano capolavori in ferro battuto come: funghi, tartarughe, uccellini, lumache... le poltrone girevoli in marmo e fra tutto ciò emergono le imponenti Sculture di Herta.

Caratteristiche della visita

La visita della Villa comprende: gli Studi degli artisti (dove è allestita la sala degustazione), le cantine, i giardini, la Villa (dove sarà possibile visionare anche la sezione dedicata a Relais di Charme) e le piscine interne.
La visita si conclude con il Tempio di Herta, un piccolo capolavoro del secolo scorso, e con la degustazione nelle cantine scavate nella collina di Monterosso.

Curiosità

MONUMENTI CITTADINI
la Bollente, il Museo Civico archeologico nel castello dei Paleologi (vedi scheda), le Antiche Terme, l'Acquedotto romano, la Cattedrale, la chiesa dell'Addolorata (Basilica latina di S.Pietro); mostre d'arte di palazzo Saracco, di palazzo Robellini e di palazzo Chiabrera

NEI DINTORNI
Castelli dell'Alto Monferrato, Roccaverano

PRODOTTI TIPICI
Vini di produzione della cantina: Monferrato Bianco, Gavi, Monferrato Chiaretto, Monferrato Rosso, Barbera d'Asti, Barbera d'Asti Superiore, Moscato d'Asti, Spumante Brut Rosé vini: Dolcetto d'Acqui, Gavi Dogc, Cortese del Monferrato, Moscato d'Asti, Brachetto di Acqui, Passito di Strevi; robiola di Roccaverano; filetto baciato di Ponzone; tartufo Bianco d'Alba; Amaretti d'Acqui; Torrone di Visone

SPORT
Equitazione; Tennis; Golf; Piscine

EVENTI
In villa: Premio Acqui Ambiente. In Acqui: Acqui in Jazz (giugno); Acqui in Palcoscenico (luglio-agosto); Stagione Teatrale; Premio Acqui Storia; Fiera di San Guido (2a dom. di luglio); Mercatino di Sgaiento dell'antiquariato, artigianato cose vecchie ed usate che si tiene la 4^ domenica di ogni mese nella zona di Corso Bagni

Servizi

Didattica per le scuole, E-bike, tea Corner, merende nel prato esclusivamente su prenotazione
Assaggio dei vini prodotti con le uve delle vigne-giardino progettate da Porcinai contestualmente al parco.
Relais di Charme,  location per eventi, matrimoni, meeting, eventi aziendali, shooting.

Informazioni aggiuntive

Accessibile per i visitatori con disabilità.

Ingresso consentito agli animali.

Indietro

2022

APRILE: 16, 17, 23, 24, 30;
MAGGIO: 1, 7, 8, 14, 15, 21, 22, 28, 29;
GIUGNO: 4, 5, 11, 12, 18, 19, 25, 26;
LUGLIO: 2, 3, 9, 10, 16, 17, 23, 24, 30, 31;
AGOSTO: 6, 7, 13, 14, 20, 21, 27, 28;
SETTEMBRE: 3, 4, 10, 11, 17, 18, 24, 25;
OTTOBRE: 1, 2, 8, 9, 15, 16, 22, 23, 29, 30;
NOVEMBRE: 5, 6, 12, 13, 19, 20.

La dimora aderisce alla Giornata dei Castelli Aperti: domenica 15 maggio 2022

Aperto durante le festività: Pasqua, Pasquetta, 25 aprile Festa della Liberazione, 1 maggio Festa del Lavoro, 2 giugno Festa della Repubblica, 15 agosto Ferragosto, 1 novembre Santi

Aperto su prenotazione per gruppi (min. 15 persone).

 

ESTIVO (dal 18/6 al 18/9) INGRESSO h 16:30
INVERNALE (dal 24/9 al 12/6) INGRESSO h 14:30
Visite su prenotazione

Visita guidata, con con assaggio dei vini prodotti dalle uve delle vigne-giardino (circa 2 ore e 30 minuti): su prenotazione.

Visite guidate in inglese, francese e arabo su prenotazione.
Visita guidata dalla proprietà su richiesta.

Intero 15 €; gratuito per i minori di 12 anni

Per gruppi di scolaresche (min. 10 pers.): accompagnatori e insegnanti usufruiscono di ingresso gratuito.

Logo Castelli Aperti