Le opere di Italo Cremona nella nuova mostra del Museo Civico di Moncalvo

La mostra offre un percorso espositivo dedicato a Italo Cremona, artista eclettico nato a Cozzo Lomellina nel 1905 e attraversa lo scorso secolo con verve e ironia.

Laureato in Giurisprudenza, Cremona si è dedicato sin da giovanissimo alla pittura, con alcune escursioni nel mondo del teatro per creare scenografie e costumi. A Torino ha incontrato artisti delle varie correnti al momento molto vivaci nel capoluogo piemontese stringendo solide amicizie. Ma tra gli amici ad assumere il ruolo di principale stimolatore dell’estro creativo di Cremona per più tempo figura Mino Maccari del quale il Museo Civico di Moncalvo conserva qualche opera appartenente al ricco fondo Montanari. Maccari è chiamato a curare la grafica de “Il selvaggio”, periodico che, parlando d’arte, mette alla berlina personaggi del regime pur dichiarandosi aderente all’ideologia predominante in Italia nel Ventennio. Cremona ha così iniziato ad occuparsi anche di cinema, costumi, scenografia e aiuto-regia e tale passione lo ha condotto prima a Roma e poi a Venezia dove ha frequentato il biennio di Architettura.

“Artista interessante – precisano dal Museo Civico di Moncalvo – rifugge da ogni catalogazione perché cerca sempre di mantenere uno spirito libero. La mostra desidera offrire uno sguardo su un passato difficile che il tempo trascorso consente di guardare ormai con distacco e la necessaria capacità critica.”
La mostra sarà visitabile tutti i fine settimana (sabato e domenica), dalle 10 alle 18 sino a domenica 17 ottobre. 
Presso il Museo Civico di Moncalvo è inoltre possibile anche prenotare visite infrasettimanali per gruppi di almeno 5 persone al numero telefonico 351 9493084.

Logo Castelli Aperti