Castelli

Castello delle Quattro Torri a Arignano

Castelli

Castello delle Quattro Torri a Arignano

 

Il castello è stato costruito tra il 1407 ed il 1430 per volontà di Ludovico Costa signore di Arignano. Di gusto michelozziano, come scrive il Cavallari Murat, inizialmente è costruito su tre lati; il quarto lato, a est, è realizzato tra il 1575 ed il 1590. Questo ha fatto sì che il castello si sviluppasse attorno ad un cortile di forma quadrata con un portico a piano terra ed un loggiato al primo piano. Non si conosce l’architetto ma sicuramente è un’opera di maestri locali.
Diventati conti di Arignano, i Costa vivono nel castello fino all’inizio del XVII secolo quando si trasferiscono a Torino. Dal 1615 questo castello non è più dimora abituale della famiglia e una parte è stato trasformato in fienile, stalle e scuderia.
Nel 1872 il castello è trasformato in casa colonica e nelle cantine si produce un vino molto ricercato per la bontà. Per la produzione e la conservazione del vino vengono realizzare nelle cantine delle tine interrate in cemento armato progettate con il sistema Hennebique, per l’epoca davvero innovativo.
All’inizio dell’ultima guerra mondiale nel castello si stabilisce un reparto dell’esercito italiano, poi i sudafricani dell’esercito inglese e anche degli ebrei polacchi asportando a turno oggetti presenti nel castello e lasciando tracce non sempre positive.
Nel 1942 la Fiat trasporta nel castello generi alimentari e parte del proprio magazzino. Il degrado peggiore vissuto dal castello si ha quando è in parte affittato ad una ditta di zincatura e cromatura che ha alterato parte della struttura bucando pareti e finestre per introdurre aspiratori e rovinando i muri.
Acquistato dagli attuali proprietari che negli anni ’80 hanno portato avanti un ampio e profondo restauro del castello ormai in pessimo stato di conservazione.

Caratteristiche della visita

La visita si sviluppa all’esterno del castello e di parte del giardino. Segue all’interno con il cortile, il porticato, due torri, i saloni dei Vicerè, dell’Arcivescovo e quello della contessa di Arignano. Nei saloni della manica ovest è presente una mostra permanente di tarsie in legno.

Curiosità

Per tradizione, nel cortile del castello delle Quattro Torri, il giorno di Ognissanti, dopo aver celebrato messa nella Cappella della Madonna della Visitazione a Tetti Chiaffredo, veniva consumato un pranzo cui intervenivano tutti i dipendenti e i mezzadri a servizio della famiglia Costa. In questa occasione la contessa serviva personalmente a tutti un piatto di minestra di verdura con pasta e fagioli.

 

Monumenti cittadini:
Castello delle 4 Torri del XV secolo
La Rocca XIII secolo
Il Lago di Arignano XIX secolo
Mulino del Lago XIX secolo

Nei dintorni: 
Paese di poco più di 1000 abitanti, Arignano è situato sul confine tra la provincia di Torino e quella di Asti. Nei dintorni si possono visitare: Moncucco Torinese (AT) Museo del Gesso nel castello - Rete del Romanico tra torinese e astigiano www.turismoincollina.it - Albugnano (AT) Canonica di Santa Maria di Vezzolano - Chieri: Collegiata di Santa Maria della Scala - Torino: Basilica di Superga

Prodotti tipici: 
Torta di Mele della festa di Arignano

Sport:
con l’ausilio della Cartina dei Sentieri della Collina Torinese n. 3 (https://torino.pro-natura.it) è possibile scegliere moltissimi itinerari da fare a piedi, a cavallo o in mountain-bike

Servizi

Affitto per eventi privati e aziendali, matrimoni, meeting, visite guidate, piccoli concerti classici, piccoli spettacoli teatrali, mostre temporanee, vernissage

Indietro

2022

APRILE: sabato 23/04 ore 11.00 e ore 14.30, domenica 24/04 ore 11.00 e ore 14.30;
MAGGIO: domenica 08/05 ore 11.00 e ore 14.30, 15/05 ore 15.30 e ore 17.00;
GIUGNO: 18/06 ore 11.00 e ore 14.30, 25/06 ore 11.00 e ore 14.30;
LUGLIO: 10/07 ore 11.00 e ore 14.30, 24/07 ore 11.00 e ore 14.30;
AGOSTO: 28/08 ore 11.00 e ore 14.30;
SETTEMBRE: 10/09 , 11/09, 17/09 ore 11.00 e ore 14.30, 25/09 ore 11.00 e ore 14.30;
OTTOBRE: 09/10 ore 11.00 e ore 14.30, 22/10 ore 11.00 e ore 14.30;
NOVEMBRE: 05/11 ore 11.00 e ore 14.30, 20/011 ore 11.00 e ore 14.30.

La dimora aderisce alla Giornata dei Castelli Aperti: domenica 15 maggio 2022, con una visita alle 15.30 e una alle 17.00

Visita guidata.
Visita in lingua inglese su richiesta.

Intero €5, gruppi (min. 15 pers.) €4,50, ridotto (bambini sotto i 12 anni e over 65) e scuole €3, gratuito per disabili e accompagnatori

Logo Castelli Aperti