Musei

MUDI Museo Diocesano di Alba

Prenota una visita

Musei

MUDI Museo Diocesano di Alba

Nel 2008 nasce il MuDi, Museo Diocesano di Alba, con la finalità di salvaguardare e valorizzare il patrimonio storico artistico del territorio diocesano che si estende tra Langhe e Roero.
É costituito da sette sedi, edifici religiosi, per lo più confraternite, caratterizzati da particolare rilevanza dal punto di vista storico artistico. Nel corso degli anni si sono aggiunti numerosi altri siti presidiati dai Volontari per l’Arte creando una diffusa rete che offre la possibilità di riscoprire la ricchezza dei beni culturali parte del patrimonio diocesano ed il significato che essi hanno nelle tradizioni e nella vita delle nostre comunità.

Il Museo della Cattedrale
Nei locali ipogei della cattedrale di San Lorenzo ad Alba si trova la sede principale del Museo Diocesano dedicata al racconto delle fasi costruttive dell’edificio e centro di documentazione del territorio diocesano.
Vi si accede dall’ingresso posto sotto la maestosa torre campanaria romanica, caratterizzata da una doppia struttura in quanto contiene al suo interno un più antico campanile risalente al X secolo.
Visitando il museo si scende sotto il livello dell’attuale cattedrale e si accede all’area degli scavi archeologici, condotti tra il 2007 e il 2008.
La città di Alba ha una storia molto antica, poiché erano già presenti insediamenti umani sin dal Neolitico. La romanizzazione del territorio con la sottomissione del popolo ligure si ebbe tra il 200 e il 100 a.C., mentre l’acquisizione da parte della città dei diritti di cittadinanza romana fu sancita nell’ 89 a.C., quando assunse il nome di Alba Pompeia ed ebbe un considerevole sviluppo urbanistico e demografico.
Gli scavi hanno quindi messo in luce l’area pubblica romana, cioè quella del lato orientale del foro, sede della basilica civile del I-II secolo d.C.; il sovrapporsi in epoca tardo antica di una fase di edilizia privata; la fondazione della prima chiesa nel VI secolo con il fonte battesimale, le trasformazioni altomedievali, la ricostruzione romanica e quella rinascimentale.

Il Museo consiste nel percorso archeologico e nelle sale espositive, Cripta di San Pietro e Sala dello Stemma, che accolgono resti dell’arredo liturgico altomedievale e il lapidario con reperti romanici, gotici e rinascimentali.
Lungo il percorso di visita è possibile apprezzare alcune vetrine che conservano i materiali ceramici databili all’età romana e al Medioevo, i frammenti vitrei tardoantichi e altomedievali che costituiscono un piccolo tesoro liturgico, intonaci dipinti riconducibili alla decorazione pittorica della cattedrale nelle sue fasi più antiche obliterate dalla ricostruzione di fine Quattrocento, e monete come il pentanoummon di Giustino II, primo caso di ritrovamento di un esemplare bizantino in uno scavo piemontese.
L’apparato didattico è completato da alcune postazioni multimediali che con un viaggio nel tempo permettono di percorrere in modo virtuale ed immediato il succedersi delle fasi costruttive della cattedrale.

Caratteristiche della visita

Il Mudi fa parte del Sistema Museale Albese che mette in rete le principali istituzioni culturali della città visitabili con l’ausilio di audio guide.

PROPOSTE DI VISITA

Dalle pietre alle carte
Visita guidata al museo tra le “pietre” del percorso archeologico e le antiche “carte” dell’archivio diocesano insieme ad un archivista professionista. Un’occasione unica per conoscere la storia della città e scoprire il valore di antichi documenti in carta e pergamena.
In collaborazione con Associazione Colline e Culture e Cooperativa Culturalpe

45 metri sopra Alba
Apertura straordinaria del campanile della cattedrale di San Lorenzo per scoprire la sorprendente
struttura campanaria di origine romanica ed ammirare dall’alto la città “dalle cento torri” dalla sua
torre più alta.
In collaborazione con Associazione Colline e Culture

Il Tesoro della Cattedrale
Visita guidata alla scoperta del tesoro della cattedrale. Preziosi argenti sacri, vesti liturgiche, manufatti pregiati che testimoniano la devozione dei donatori e dei committenti, la storia della comunità.
In collaborazione con Associazione Colline e Culture

Proposte didattiche
Divertenti ed istruttive attività per le famiglie e proposte didattiche per gli studenti delle scuole, coerenti con i programmi scolastici, incentrate su tematiche legate alla storia della città e del territorio di Alba, all’arte ed alle tecniche artistiche, alla storia del Cristianesimo e più in generale allo studio delle fonti.

Rap tour
Raccontare il passato a ritmo di rap! Speciale visita guidata tra i siti archeologici e le bellezze artistiche della città, accompagnati da una guida turistica, un rapper e un deejay.
In collaborazione con Associazione Culturale Be Street

Servizi

Il Museo Diocesano di Alba organizza visite guidate tematiche e attività didattiche per le famiglie.

Indietro

2021

Dal 30 aprile al 31 maggio: venerdì 15.00 -18.00
Sabato e domenica 14.30 – 18.30 (con prenotazione obbligatoria al n. 345.7642123 – oppure via mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)
Aperto nelle festività: 1 maggio Festa del Lavoro, 2 giugno Festa della Repubblica, 15 agosto Ferragosto, 1 novembre Santi, 8 dicembre Immacolata, 6 gennaio Epifania

Visita guidata, libera, audioguida. In inglese su richiesta.

Intero € 3; ridotto € 1,50 dai 6 ai 18 anni / € 2,50 Associazione Amici di Castelli Aperti e possessori tessere Amici di Castelli Aperti; gratuito disabili e accompagnatore, Under 6 anni, possessori card Torino Musei

Logo Castelli Aperti